25.9 C
Sassano
lunedì, 23 Maggio, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Ospedale di Polla. Con il vescovo De Luca celebrata la “Giornata del Malato”

    {vimeo}154974919{/vimeo}

    Oggi 24esima giornata mondiale dle Malato. Istituita da Giovanni Paolo II viene celebrata nel giorno dedicato alla Madonna di Lourdes. Come ogni anno presso l’Ospedale Luigi Curto di Polla il Vescovo della Diocesi di Teggiano Policastro Mons. Antonio De Luca è stato in visita presso l’Ospedale per salutare i malati e per la celebrazione della Santa messa presso la cappella. Si è tornato anche sull’importanza del ruolo dei sanitari e del valore che la loro vicinanza e il loro lavoro rivestono nei momenti di particolare sofferenza per le persone.

    {vimeo}154990964{/vimeo}

    Presenti alla celebrazione oltre al Vescovo Mons. De Luca, anche il direttore sanitario dell’Ospedale Luigi Curto che, nel ribadire come il rispetto della persona umana, soprattutto nei momenti particolarmente significativi e di dolore come quando si è colpiti da una malattia, deve essere caratteristica fondamentale di un operatore sanitario ma di chiunque in generale anche perché rispettare gli altri significa innanzitutto rispettare se stessi. Anche S.E. Mons. De Luca ha lanciato in questa giornata moniti importanti che non riguardano soltanto la persona affetta da una qualsiasi malattia ma tutti, ricordando come la società attuale e vittima della superficialità e della poca attenzione che porta poi ad un allontanamento dalla realtà e dal confronto sano ed equilibrato. Viene insomma a mancare il vero significato della vita e dello stare insieme. Un significato, ha sottolineato il Vescovo nella sua omelia che si ripresenta nel momento in cui si entra in contatto con la malattia, guardando la vita e il mondo che ci circonda in un’ottica diversa. Ed è su queste basi che si lega il messaggio e la riflessione proposta da Papa Francesco per questa Giornata Mondiale del Malato che ricade in questo anno del giubileo straordinario della misericordia. Papa Francesco infatti ha voluto ricollegarsi al racconto evangelico delle Nozze di Cana, quando in un momento di difficoltà per la mancanza di vino al banchetto nuziale Maria chiese di affidarsi a Gesù e di fare ciò che lui chiedeva. Ed ecco quindi che Mons. De Luca ha spiegato come il vino deve essere considerato la gioia e come la sua mancanza possa portare al malessere della persona. Un malessere che può essere curato affidandosi a Dio, come nella malattia anche nei momenti bui. Il tema della salute, come prevedibile è stato al centro del dibattito di oggi, tornando inevitabilmente anche all’attuale fase in cui si sta trovando ad operare la struttura ospedaliera con le difficoltà nel reperimento di personale. Su questo tema è intervenuto il direttore Sanitario Dott. Luigi Mandia che ha anche annunciato importanti novità in merito al personale con l’arrivo nelle prossime settimane di 3 nuove unità per la dirigenza medica   

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli