10.7 C
Sassano
mercoledì, 7 Dicembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Ospedale di Polla, Curo e CGIL Funzione Pubblica scrivono al commissario ASL per rinnovo parco tecnologico

    {vimeo}311210943{/vimeo}

    Le apparecchiature in dotazione all’ospedale di Polla sono argomento che vedono l’impegno delle sigle sindacali e del comitato CURO per chiedere un immediato intervento al Commissario dell’ASL di Salerno per il rinnovo del parco tecnologico.

    Questa mattina i referenti della CGIL Funzione Pubblica Pasquale Addesso, Luigi Pistone Andrea Annunziata e Giuseppe Manzolillo, unitamente ai referenti del Comitato CURO, Raffaele Cammardella, Lucia Lupo, Giuseppe Pistone e Antonio Fiorella, hanno inviato una lettera al Commissario e sub commissario dell’Asl di Salerno e per conoscenza anche alle altre sigle sindacali per chiedere rapidi interventi affinché il Luigi Curto non resti escluso dalle possibili azioni di potenziamento rispondendo anche alla recente decisione della Regione Campania che, con il Piano Ospedaliero, ha individuato per il presidio sanitario pollese una classificazione di DEA di I Livello.

    Nella lettera si fa riferimento alla recente delibera datata 18 dicembre 2018 in cui veniva approvata l’acquisto di 3 nuovi Tomografi Computerizzati da destinare agli ospedali di Agropoli, Scafati e Roccadaspide e di due Tomografi a Risonanza magnetica epr i presidi di Vallo della Lucania e di Eboli. L’assenza dell’Ospedale di Polla tra i beneficiari delle apparecchiatura ha spinto quindi il Comitato Curo e la CGIL a scrivere al commissario riferendo che, nel recente passato era stata presentata richiesta di sostituzione della Risonanza durante l’anno 2019.

    “Il sistema dell’Accordo Quadro effettuato da Consip – scrivono – potrebbe consentire, se fosse esteso con urgenza anche al Presidio di Polla, un’istallazione dell’apparecchiatura entro la fine del 2019. Chiediamo, dunque, di autorizzare prontamente l’adesione al preliminare di fornitura ed agli atti conseguenti. La nostra richiesta – continuano – si basa sulla vetustà dell’apparecchiatura, sulle scarse performance, sulla scarsissima presenza di tali apparecchiature sul territorio”.  

    Anna Maria CAVA

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli