24 C
Sassano
sabato, 25 Giugno, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Ospedale di Polla, riaperto il reparto Chirurgia. Vastola spiega il perché della chiusura

    Da ieri il reparto di Chirurgia dell’Ospedale Luigi Curto di Polla è regolarmente operativo. Lo scorso 11 maggio di Direttore Sanitario del presidio ospedaliero Dott. Pasquale Vastola, vista la messa in malattia di tre medici chirurghi in servizio nel reparto, era stato costretto  a disporne la chiusura per l’impossibilità di poter garantire la sicurezza dei pazienti ed un servizio sanitario ottimale.

    Il Dott. Vastola ha spiegato le difficoltà a poter tutelare l’incolumità del paziente con soli tre medici chirurghi in servizio costretti in primis a turni massacranti anche di 12 ore e per l’impossibilità di costituire l’equipe operatoria che necessita di 2 chirurghi più uno strumentista, pertanto impossibile da costituire con soli 3 medici in servizio. Da qui la chiusura del reparto, in attesa del rientro dei medici. Cosa avvenuta con il rientro di due medici tra ieri e oggi. Al momento quindi sono 5 su 6 i medici in servizio presso l’Unità Operativa di Chirurgia.

    Appena giunta la comunicazione del rientro dei due medici, il Dott. Vastola ha disposto la riapertura del reparto ed il suo regolare funzionamento, garantita peraltro dal supporto di altri due medici chirurghi in servizio presso altri ospedali e che si sono resi disponibili a coprire eventuali turni a Polla, chiaramente non in giorni continuativi. Il Dott. Pasquale Vastola ha risposto anche alle sigle sindacali che hanno manifestato perplessità circa la volontà del Direttore Sanitario e della Direzione Generale dell’ASL di voler potenziare l’ospedale di Polla ricordando quanto fatto in pochi mesi dal suo arrivo portando ad esempi il ripristino dell’area contumaciale nel pronto soccorso, ossia la zona di ricovero di pazienti che potrebbero necessitare di isolamento per rischio di malattie infettive.

    “L’area contumaciale – ha sottolineato Vastola – al mio arrivo non era a norma, pertanto ho chiesto l’autorizzazione alla direzione generale di poter affrontare una spesa di circa 30 mila euro per poter creare una nuova area contumaciale sicura e protetta al servizio del pronto soccorso. Si tratta – ha evidenziato Vastola – solo di una delle tante iniziative che, come direzione sanitaria del Luigi Curto, abbiamo messo in campo in accordo con la direzione generale dell’ASL di Salerno per migliorare ed incrementare il servizio offerto dal presidio ospedaliero pollese ai cittadini del Vallo di Diano e a tutti coloro che necessitano di assistenza”.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli