9.6 C
Sassano
domenica, 4 Dicembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Ospedale di Polla. Dal 1° ridimensionamento temporaneo del reparto di Ortopedia

    {vimeo}166621564{/vimeo}

    Temporaneo ridimensionamento delle attività nel reparto di Ortopedia dell’Ospedale Luigi Curto di Polla. Dalle pagine del quotidiano La Città partono allarmi con titoli che parlano di chiusura del reparto che viene categoricamente smentito ma, di sicuro, si parla di un ridimensionamento della attività. In attesa che giungano finalmente le unità lavorative da diversi mesi promesse, presso l’unità operativo da Ortopedia e traumatologia, si è resa necessaria una riduzione delle attività a tutela dei pazienti attualmente ricoverati in modo da garantire loro il giusto grado di attenzione e cura. L’unità diretta del dottor Antonio Caronna viva in una costante assenza di personale medico e a partire dal 1° giugno, e per la durata di 2 mesi quindi fino al 31 luglio, potrebbero essere abolite tutte le sedute operatorie per effetto proprio dell’assenza di copertura medica su tutte le fasce orari. Un problema che potrebbe quindi portare i pazienti che hanno necessità di subire interventi chirurgici ad essere trasferiti presso altri presidi ospedalieri con una maggiore probabile direzione verso la Basilicata visto il più facile raggiungimento delle strutture ospedaliere di Villa d’Agri, Potenza e Lagonegro, portando così ad un aumento della migrazione sanitaria, anziché una riduzione come più volte auspicato dal presidente della regione  Vincenzo De Luca. L’assenza di personale medico denunciata più volte ai vertici dell’Asl sia dai responsabili della struttura ospedaliera sia dalle organizzazioni sindacali, potrebbe quindi provocare un danno economico alle casse della Regione Campania. La decisione di ridurre le attività è stata annunciata dal dottor Caronna che in una nota stampa ha sottolineato anche come “in ragione della carenza di personale medico e del progressivo venire meno dell’apporto dei consulenti in Assistenza libero professionale intraumuraria” dal 1° giugno verranno sospese tutte le sedute operatorie fino al 17 luglio 2016” vista l’impossibilità di garantire anche la copertura del medico in tutte le fasce orari in caso di operazioni. Una situazione assurda che interessa non solo i pazienti del pronto soccorso ma anche i degenti del reparto che dovranno essere trasferiti “ove sarà possibile il trattamento chirurgico traumatologico”. La carenza di personale medico, sempre a partire dal 1° giugno, porterà alla sospensione di tutte le attività ambulatoriali del venerdì mattina mentre nei giorni festivi la reperibilità nella fascia oraria 8-20 sostituirà il turno di guardia diurno di pronto soccorso traumatologico. 

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli