8.5 C
Sassano
mercoledì, 30 Novembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Ospedale di Polla, niente radiologo. Bloccate le prestazioni esterne

    {vimeo}220450081{/vimeo} 

    Nonostante le rassicurazione giunte da più parti presso l’Ospedale di Polla non è possibile effettuare gli esami radiologici esterni. La direzione generale dell’ASL aveva assicurato lo scorso mese di maggio, l’arrivo di un tecnico radiologo in tempo utile ad evitare la paralisi dovuta al pensionamento di un radiologo in servizio, medici e tecnici radiologi, provenienti da altre strutture in attesa della definizione dei medici di ruolo. Nulla di tutto ciò e, senza sostituto l’Unità operativa di radiologia avrà a disposizione solo tre radiologi che dovranno coprire tutti i turni e la reperibilità domenicale. Una situazione che rende impossibile garantire il servizio per gli esami esterni con gli utenti che dal 1 giugno, sono costretti a rivolgersi altrove, prevalentemente nelle strutture sanitarie della vicina Basilicata, per ottenere la prestazione richiesta con un enorme aggravio di spesa anche per la Regione Campania.

    {vimeo}220449777{/vimeo}

    Una situazione complicata che si aggrava visto il periodo estivo quando, il Vallo di Diano e l’autostrada A3 nel tratto valdianese, fanno registrare un notevole aumento dell’utenza che si rivolge alla struttura sanitaria pollese per ricevere assistenza. A rendere partecipe la cittadinanza del grave momento che sta attraversando l’Ospedale Luigi Curto è il Dott. Pietro Greco che, attraverso un post pubblicato sulla pagina “Difendiamo le nostre strutture sanitarie” in cui oltre a parlare dell’annosa e ormai nota  vicenda del personale in servizio presso l’ospedale, lamenta anche la poca efficienza delle apparecchiature attualmente in uso presso il Luigi Curto. “A tutto ieri – spiega il Dott. Pietro Greco – non e’ arrivato il nuovo radiologo mentre domani potrebbe essere l’ultimo giorno di lavoro per il radiologo in servizio. Problemi anche per la Tac che risulta rotta da circa sei giorni. Occorre – continua il Dott. Greco sulla pagina di Difendiamo le nostre strutture sanitarie – che l’ospedale di Polla venga dotato di una nuova TAC proprio per l’alto numero di esami eseguiti. Occorre che arrivino subito dei radiologi. Senza una radiologia efficiente un ospedale lo si può definire CHIUSO”. Il Dott. Greco continua lanciando un appello “Non abbassiamo la guardia. Se non arrivano risposte rapide ed esaustive occorre muoverci tutti quanti a difendere questa nostra sanita’”. 

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli