8.5 C
Sassano
mercoledì, 30 Novembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Ospedale. Esclusione del “L.Curto” dal finanziamento, botta e risposta tra Giuliano e Annunziata

    {vimeo}247474864{/vimeo}

    L’esclusione dell’ospedale di Polla ha inevitabilmente alimentato la polemica da parte della politica con scambi di accuse e scarichi di responsabilità. Deluso particolarmente il sindaco di polla Rocco Giuliano che, nel rimarcare come già nel primo decreto datato febbraio 2017 a firma del commissario Polimeni l’ospedale di Polla era stato escluso ricevendo da più parti rassicurazioni in merito ad un inserimento certo nella successiva distribuzione dei fondi, oggi deve nuovamente constatare come il presidio ospedaliero pollese venga emarginato nella programmazione. Giuliano ricorda come L’Ospedale di Polla è stato per decenni sede di servizi di riferimento per l’intera Provincia di Salerno e per i paesi della vicina Basilicata e Calabria; oggi pur essendo stato individuato nell’atto Aziendale  come presidio di emergenza con 212 posti letto per servizi e posizione strategica, vive momenti di alta criticità per carenza di attrezzature, medici e infermieri. “Quest’ultima decisione aggrava ulteriormente la sfiducia del territorio verso la nostra sanità, nonostante l’impegno ed i sacrifici dei pochi operatori che cercano di dare il massimo per assicurare i livelli minimi di assistenza. Chiedo quindi – scrive Giuliano – al Commissario On.le Vincenzo De Luca di conoscere le motivazioni di esclusione dal finanziamento e di rivedere tale decisione, con l’auspicio che la mia richiesta possa essere presa in debita considerazione per dare dignità alla Sanità del Vallo di Diano, un territorio che viene mortificato continuamente, e porre fine ai “viaggi della speranza” dei suoi cittadini”. Sergio Annuziata presidente della Conferenza dei Sindaci dell’ASL di Salerno considera la polemica una sterile stumentalizzazione. Secondo quanto riferisce Annunziata, a seguiti incontro con il direttore generale dell’ASL Antonio Giordano e il consigliere regionale Picarone sarebbe emerso che “L’assenza dell’ospedale di Polla dalla ripartizione – fa sapere Annunziata – è dovuta alla carenza dei progetti esecutivi, fatto noto già a gennaio scorso. Io stesso premevo per la realizzazione di progetti anche attraverso l’Ufficio Tecnico Comunale per sopperire ad eventuali mancanze. E’ inutile in questo momento sparare a zero e fare della strumentalizzazione politica. Oggi si cerca di rimediare ai danni e si discute di finanziamenti soltanto scritti nel libro dei sogni dagli amici di Giuliano. “Oggi l’ospedale di Polla necessita di una modernizzazione delle sale operatorie, – spiega il presidente della Conferenza dei Sindaci – bisogna soprattutto rifare le torri operatorie. Ho chiesto a Giordano un impegno in tal senso utilizzando i fondi interni dell’azienda. Impegno che è stato assunto tempestivamente, così come subito si sono preoccupati della situazione e hanno chiesto questo incontro per confermare la massima attenzione nei confronti del Curto “.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli