36.3 C
Sassano
venerdì, 1 Luglio, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Padula, revoca programma di protezione a Ignazio Cutrò. La solidarietà dall’amministrazione comunale

    cutrò giustizia

    Il Comune di Padula vicino al testimone di giustizia Ignazio Cutrò a cui lo Stato ha, revocato la protezione. Una decisione che fa discutere dato che lo stesso Cutrò è stato vittima di minacce accertate con maxi Operazione Montagna dello scorso gennaio e che ha condotto agli arresti 15 presunti capimafia per accertate estorsioni ai danni di 27 aziende e traffico di droga. Nell’ambito delle intercettazioni che hanno portato all’emissione di misure cautelari per 57 persone anche la minaccia ai danni di Ignazio Cutrò “Appena lo Stato lo molla, vedrai..”.

    A pochi mesi dall’Operazione lo Stato molla Ignazio Cutrò revocandogli il programma di protezione per se e per la sua famiglia. Una decisione che ha portato il Comune di Padula, sede dell’Associazione Testimoni di Giustizia di cui Ignazio Cutrò è presidente, e anche per il legame di disponibilità manifestato nell’ambito del progetto di Prevenzione alla Corruzione ha voluto manifestare la sua vicinanza al’imprenditore

    “Noi non lasciamo solo Ignazio e la sua famiglia – dichiarano da Padula – Rivolgiamo un appello forte all’Ufficio Centrale Interforze per la Sicurezza Personale del Ministero dell’Interno e al Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza che fa capo alla Prefettura di Agrigento affinchè lo Stato non abbandoni Ignazio proprio ora, a soli due mesi dalle intercettazioni di minacce al testimone di giustizia.

    Intanto da Padula, – continuano – paese di Joe Petrosino, facciamo partire un messaggio di vicinanza e di speranza: chi denuncia non deve essere lasciato mai solo”.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli