6.3 C
Sassano
mercoledì, 7 Dicembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Pertosa. La svolta nella morte di Isabella Panzella. Messo in scena l’incidente stradale, un sospetto

    Isabella Panzella

    {vimeo}168931365{/vimeo}

    Nella tarda mattinata di ieri si è conclusa l’autopsia sul corpo di Isabella Panzella, la 69enne di Pertosa ritrovata cadavere domenica mattina all’alba al centro della careggiata sulla SS19 delle Calebrie all’altezza del campo sportivo. Una morte che subito aveva lasciato diversi dubbi sugli inquirenti che, pur pensando all’ipotesi del pirata della strada, non hanno mai abbandonato l’ipotesi dell’omicidio violento che sarebbe stato confermato dal medico legale il dott. Adamo Maiese che ha svolto l’autopsia presso l’ospedale Luigi Curto di Polla. Il corpo della donna presenterebbe altri attivi violenti che avrebbero causato il decesso poi la messa in scena dell’incidente stradale per depistare gli inquirenti. Inquirenti che già domenica mattina sul posto avevano capito che qualcosa non andava: dal ritrovamento della donna a 5km dalla sua abitazione, senza scarpe, con calzini relativamente puliti, senza telefonino e chiavi di casa che lasciavano dubbi sulla possibilità che Isabella Panzella fosse uscita in piena notte per una passeggiata, l’assenza di frenate o pezzi di carrozzeria di automobili sull’asfalto del SS19 che hanno fatto dubitare che ad uccidere la donna possa essere stato un pirata della strada. Tanti i pezzi del puzzle mancanti che l’autopsia ha chiarito e che ha confermato l’ipotesi dell’omicidio violento consumato in un luogo diverso dal ritrovamento del corpo dell’anziana. Concluso l’esame autoptico le forze dell’ordine hanno stretto il cerchio attorno ad un sospettato il quale è stato interrogato dalle forze dell’ordine che sono entrate nella sua abitazione e ispezionato i mezzi di proprietà. Ora il lavoro degli inquirenti è capire il movente del delitto e capire se il sospettato possa essere o meno l’autore del crimine. 

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli