15.7 C
Sassano
sabato, 10 Dicembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Piano Sanitario Territoriale, novita’ per la struttura di Sant’Arsenio

    {vimeo}182834304{/vimeo}

     

    Mentre il Piano Ospedaliero licenziato lo scorso maggio è ancora a bagnomaria al Ministero della Salute, il Piano sanitario territoriale fra pochi giorni passerà al vaglio degli organismi regionali e sarà operativo entro fine settembre. Con esso si va a ridefinire il ruolo e le funzioni dei medici di medicina generale, degli specialisti, degli ambulatori, dei distretti pubblici e dei pediatri di famiglia. L’obiettivo è intercettare il fabbisogno di cure dei cittadini che si rivolgono impropriamente agli ospedali affollando i pronto soccorso e gli ambulatori di alta specializzazione quindi per quel che riguarda l’assistenza primaria il territorio svolgerà la funzione di filtro con la nuova rete dei servizi distrettuali che si andrà a creare i cui nodi sono costituiti dalle Aggregazioni Funzionali Territoriali (Aft) a cui si aggiungono quelle pediatriche.Entrambe funzionalmente collegate con le Unità complesse di cure primarie (Uccp) localizzate in ciascuna Asl, quindi di norma a sede unica tranne nelle aree montuose e in quelle metropolitane. Le Uccp costituiscono una vera e propria porta unica di accesso per prevenzione, screening, presa in carico globale del paziente fragile.  Un altro tassello del puzzle assistenziale saranno gli Ospedali di Comunità gestiti da medici di famiglia e infermieri dedicati a pazienti cronici e anziani. Infine sono previste le Strutture Polifunzionali per la Salute (Sps) che saranno vere e proprie nuove strutture da aprire sul territorio delle varie Asl sfruttando le dismissioni preventivate dal Piano ospedaliero e su di esse ricadrà il primo livello assistenziale del servizio sanitario. C’è Sant’Arsenio tra gli ospedali dismessi in cui ubicare le Sps che potranno ospitare Uccp, postazioni del 118, punti di primo interevento, Psaut, Ospedali di Comunità, Rsa per anziani o disabili, Centri per le cure palliative, Hospice, Centri per il trattamento dei disturbi del comportamento alimentare e rappresentano presidi strategici del Distretto sanitario. Assicurando un servizio h24 dunque il primo livello assistenziale del servizio sanitario ricadrà sugli Ospedali di Comunità e sulle Strutture Polifunzionali per la Salute. 

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli