7.4 C
Sassano
sabato, 26 Novembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Polla, III edizione di “Polla in Corto”

    {vimeo}134827898{/vimeo}

    Da questa sera prende il via la 3^ edizione di Polla in Corto il festival del cortometraggio ideato a Polla e nato dalla collaborazione delle associazione Tempo e Memoria e I ragazzi del Ponte. L’evento cinematografico raccoglie ogni anno una serie di cortometraggi che vengono proiettati nella suggestiva location del centro storico di Polla e precismante nella storica chiesa della SS Trinità, per un concorso che premia il lavoro e la passione di chi ha fatto della cultura e del cinema una ragione d’essere. Polla in corto, si rivela sempre più anche un importante evento culturale e quest’anno lo è ancor grazie anche alla partecipazione di scrittori particolarmente noti agli amanti della lettura. Questa sera il via della rassegna cinematografica con la proiezione dei film in concorso e la successiva premiazione dei vincitori. Domani sera, invece gran finale con protagonista la storia e ancor più Polla. Il Centro Storico di Polla a partire dalle ore 20,00, farà da cornice alla presentazione ufficiale del film che ha visto la stazione di Polla e le aree limitrofe trasformato in set cinematografico con gli attori dell’associazione culturale Tempo e Memoria e altri cittadini chiamati ad interpretare ruoli nel medio-lungometraggio. Stiamo parlando del film “Volevo solo Vivere” che ha riportato alla ribalta delle cronache nazionali la tragica vicenda del Treno 8017 e della strage di Balvano. Una tragedia a lungo dimenticata che, nel 1944, strappò alla vita circa 500 persone, uomini donne e finanche bambini, morti intossicati nella Galleria delle armi. Una delle più grandi stragi ferroviarie che la storia abbia conosciuto ma che non è stata mai raccontata. Almeno fino a quando Giuseppe Esposito, editore e sceneggiatore del film con i registi Antonino Mele e Vito Cesaro, non hanno deciso di riportarla alla luce e di raccontarla agli adulti e ai bambini nati all’indomani della tragica vicenda. E saranno proprio loro, domani 30 luglio dalle ore 20,00, in occasione della prima proiezione aperta al pubblico, a parlare del film, del lavoro e delle emozioni vissute mentre venivano girate le scene che raccontavano la triste pagina di storia. La visione del film “Volevo solo Vivere”, fino ad ora è stata concessa solo agli operatori delle Ferrovie dello Stato che hanno manifestato i loro complimenti a sceneggiatore e registi. Polla è protagonista del film. Non a caso, il piccolo comune valdianese è stato scelto come set cinematografico per girare le scene clou del racconto. La stazione di Polla, infatti, set per le riprese delle scene della stazione di Blavano-Ricigliano, ultima stazione in cui il treno 8017 si fermò e stazione in cui il frenatore di coda giunse a piedi per avvisare del tragico evento e per allertare la macchina dei soccorsi. Polla è stata anche set per le riprese della Galleria delle armi. Un’antica galleria ferroviaria, presente nel territorio pollese, ripulita e resa agibile grazie al lavoro della locale Protezione Civile e dei membri dell’associazione Tempo e Memoria, è stata location della drammatica scena di inizio del lungo cammino del macchinista per avvertire i soccorsi. Non si poteva scegliere ambiente più adatto per la presentazione ufficiale al pubblico del film “Volevo solo Vivere”. Per la sua storia e per la memoria che alcuni cittadini pollesi conservano di quella tragica vicenda, dimenticata per 70 anni ma ora finalmente tornata alla ribalta, con Polla protagonista Domani sera nel centro storico di Polla, in Piazza dei Parlamenti, il film Volevo solo Vivere, racconterà la storia con la partecipazione di chi, la storia del Treno 8017 l’ha voluta raccontare.  

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli