17.1 C
Sassano
martedì, 27 Settembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Polla, il Centro Trasfusionale diventa unita’ raccolta per il P.O. di Battipaglia

    {vimeo}130532612{/vimeo}

    Ancora un rischio per l’ospedale di Polla che potrebbe subire l’ennesimo caso di depotenziamento di un servizio. L’allarme è stato lanciato dai sindacati di categoria Lorenzo Conte e Luigi Pistone che parlano di un depotenziamento ormai certo del Centro Trsfusionale del Luigi Curto. Il servizio, infatti, da un piano risalente al 2013, è stato classificato articolazione organizzativa del Presidio Opsedaliero di Battipaglia. Dopo l’allarme lanciato da Lorenzo Conte della UIL FPL, è interventuto in merito anche Luigi Pistone della CGIL Salerno che si chiede come mai nonostante una verifica effettuata dalla Commissione Accreditamento Regionale per i Servizi Trasfusionali effettuata a Polla lo scorso dicembre presentando una relazione con parere favorevole al mantenimento del Centro trasfusionale vista la sussistenza dei requisiti in materia strutturale, Tecnologicp e per Gestione della Qualità, ci si ritrova nuovamente a perdere il servizio con conseguente declassamento a unità raccolta. In merito alla vicenda è intervenuto il direttore sanitario Dott Aristide Tortora che ha confermato quanto dichiarato da Luigi Pistone ed in particolare il riconoscimento dell’efficienza del Centro trasfusionale di Polla epr il quale esisteva una volontà da parte dell’ASL di Salerno e conseguente decisione della Regione di rivalutare l’ipotesi di depotenziamento. Il Dott. Tortora, nel sottolineare come il piano sia stato elaborato nel 2013 e come, vista la sussistenza dei requisiti richiesti, era stata avviata a seguito relazione, la procedura per il mantenimento, annuncia anche che, purtroppo, essendo nel frattempo sopravvenuto il cambio alla guida della regione e quindi lo stand by nella fase di commissariamento della sanità regionale, sarà attuato il vecchio piano non essendo state effettuate le modifiche richieste. Ora sta alla nuova amministrazione regionale effettuare le relative modifiche al piano non avendo più potere di intervento chi aveva manifestato la volontà del mantenimento del servizio e del titolo di Centro Trasfusionale per l’Ospedale di Polla.  

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli