8.5 C
Sassano
sabato, 26 Novembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Polla. Il sindaco Giuliano sulla bozza dell’atto aziendale dell’Asl di Salerno

    {vimeo}184323982{/vimeo}

    Avendo preso visione della bozza dell’Atto Aziendale pubblicata nei giorni scorsi sul sito web dell’Asl di Salerno relativa alla programmazione della Sanità sul territorio provinciale, il Sindaco di Polla, Rocco Giuliano, attraverso un comunicato stampa rassicura i cittadini sul fatto che il Presidio Ospedaliero di Polla si vedrà assegnati 212 posti letto e conferma tutte le Unità Operative esistenti restando importante Presidio di Pronto Soccorso della Rete di Emergenza. Sarà in più attivo un Servizio Oncologico in regime ambulatoriale. L’atto prevede per Polla 10 Unità Operative Complesse che erogheranno importanti prestazioni per qualità e quantità e 10 Unità Operative Semplici Dipartimentali, oltre alla Psichiatria o Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura, in cui verranno erogate prestazioni altamente specialistiche. Il nosocomio di Polla vedrà attribuirsi nuovamente l’Unità Complessa di Oculistica, già centro di eccellenza, e per la prima volta l’Unità Semplice Dipartimentale di Recupero e Riabilitazione con 20 posti letto per la Riabilitazione Fisiatrica presso il Presidio di Sant’Arsenio indicato quale Ospedale di Comunità. All’Unità Semplice di Nefrologia e Emodialisi, che era a rischio soppressione, verranno assegnati 6 posti letto che saranno invece 4 per quella di Gastroenterologia. Mentre Servizi importanti quali il Laboratorio di Analisi e Radiologia rimangono Unità Complesse, vengono trasformate in Unità Operativa Semplice e non Dipartimentale il Centro Trasfusionale e la Pneumologia. Per questo motivo il Sindaco esprime il suo forte rammarico in quanto, evidenzia, un Ospedale catalogato come Pronto Soccorso attivo nella rete dell’Emergenza non può non avere un’UOSD di Pneumatologia, senza la quale, nonostante gli 8 posti letto assegnati, non riuscirà a dare risposte assistenziali adeguate. Allo stesso tempo il Primo cittadino di Polla sottolinea con orgoglio come dopo un lungo lavoro in sinergia tra i Sindaci del territorio, i sindacati, gli operatori sanitari il “Luigi Curto” resta il terzo presidio di Cura della Provincia di Salerno. Ciò detto, auspica che i posti in dotazione organica che scaturiranno da tale Atto saranno ricoperti al più presto da validi professionisti, insieme ai quali, in un clima di reciproca collaborazione, porre fine alle carenze degli ultimi tempi e far tornare così l’ospedale di Polla agli splendori del passato.

     

     

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli