23.5 C
Sassano
giovedì, 19 Maggio, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Polla, stop al trasferimento dei rifiuti dallo STIR Battipaglia: ordinanza del sindaco

    {vimeo}144213871{/vimeo}

    Il Sindaco Giuliano non rinvia oltre la decisione in merito al continuo trasferimento di rifiuti dallo STIR di Battipaglia al sito di stoccaggio di Polla di proprietà del Consorzio di Bacino SA3 ordinata dal Presidente della Provincia di Salerno, Giuseppe Canfora, il 2 settembre scorso, senza, peraltro, avvertire il Comune di Polla.  A fronte delle numerose criticità emerse e dell’assenza di risposta alla richiesta del Comune di convocazione di un tavolo tecnico, il Sindaco di Polla, con ordinanza n. 68 del 29/10/2015, ha ordinato al Consorzio di Bacino SA3 e alla ERGON SpA l’immediata sospensione di ogni attività di recepimento di rifiuto di qualsiasi genere presso l’impianto attualmente gestito ed ubicato in località Sant’Antuono di Polla.  Il Sindaco, dunque, anche quale Autorità Locale in materia sanitaria ha preso atto delle preoccupazioni e delle proteste pervenuteGli dalla popolazione e dagli  imprenditori locali, che operano in località Sant’Antuono e che si sono costituiti in un comitato spontaneo, temendo pericoli per la salubrità dell’ambiente e ripercussioni negative per il commercio delle aziende limitrofe, ed ha proceduto all’espletamento di una serie di controlli per verificare la regolarità delle attività dell’impianto di stoccaggio. Diverse, però, sono state le criticità emerse e che vengono puntualmente elencate nell’ordinanza. Partendo dal fatto che l’unico certificato di agibilità rilasciato dal Comune di Polla nel 2006 attiene ad una destinazione diversa e non compatibile con l’attuale attività esercitata, che dalle informazioni assunte dall’Ente Comunale il parere dell’ASL di autorizzazione al conferimento, rilasciato a gennaio 2015, appare scaduto, che esistono criticità riscontrate dall’ARPAC, oltre al fatto che durante lo scarico sono stati constatati il mancato funzionamento dell’impianto di deodorizzazione oltre al non rispetto di altre prescrizioni previste. Questo ed altro ancora si legge nell’ordinanza emanata dal Sindaco Giuliano che termina dando atto di un riesame della stessa al momento in cui verranno prodotti al Comune tutti i pareri nulla osta ed autorizzazioni di competenza degli Enti di controllo preposti e relativi all’effettiva attività svolta presso l’impianto. 

     

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli