7.4 C
Sassano
sabato, 26 Novembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Potenza. Maltrattamenti sui malati. Coinvolta anche un’infermiera di Polla

    {vimeo}162061985{/vimeo}

    Sequestro di persona e maltrattamenti aggravati e continuati ai danni di pazienti affidati alle loro cure. Con queste accuse 7 sono agli arresti domiciliari e 8 hanno il divieto di dimora in Basilicata, formulata a seguito delle indagini condotte dai carabinieri di Potenza che per tre mesi hanno filmato quanto accadeva nel reparto M6, terapia di riabilitazione del centro “Opera Don Uva” di Potenza. Ieri il blitz dei carabinieri del Nas. A far scattare l’inchiesta è stata il familiare di un paziente nell’ottobre del 2015. Immagini scioccanti quelle registrate dalle telecamere nascoste dalle forze dell’ordine: ceffoni, pugni e calci, episodi ripetuti di violenza fisica e psicologica su pazienti psichiatrici, ammalati tirati giù dal letto e presi a calci, trascinati sul pavimento, lasciati nell’urina, qualcuno anche legato al letto con le lenzuola. Dalle indagini è emerso che tra la fine del 2015 e l’inizio del 2016, 28 persone, ricoverate nella casa di cura, avrebbero subito maltrattamenti Il procuratore di Potenza Luigi Gay ha parlato di immagini “di particolare crudezza” nell’illustrare l’inchiesta condotta dai Nas. “Dalle intercettazioni – ha dichiarato il procuratore Gay – si nota come la situazione era nota e ci chiediamo se questa vicenda non poteva emergere prima”.  Tra gli otto con divieto di dimora due salernitani, il medico chirurgo Fabrizio Volpe, 54enne di Salerno, e l’infermiera Filomena Monaco, 39enne coordinatrice degli infermieri e originaria di Polla

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli