7.9 C
Sassano
sabato, 4 Febbraio, 2023
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Progetto Agire, ok alla Comunità Montana Vallo di Diano

    Circa 3 milioni e 500 mila euro di fondi in arrivo dalla Regione Campania per la realizzazione del progetto di valorizzazione del settore cerealicolo promosso dalla Comunità Montana Vallo di Diano. Nei giorni scorsi l’ente regionale ha completato la fase di pre-istruttoria del piano di interventi del progetto dichiarandolo idoneo alla realizzazione con il riconoscimento del finanziamento con fondi del PSR Campania 2014/2020 relativo alla misura 16 per la tipologia 16.7.1 relativo all’intervento 5.1 “Cooperazione e Costituzione di reti”.

    Il progetto Ag.I.Re Agricoltura Innovativa e Resiliente, ha quindi superato il primo e fondamentale scoglio vedendosi riconosciuti i fondi che, vista la cospicua disponibilità economica assegnata, consentirà ai vari partner che, nei mesi passati hanno manifestato l’interesse per la realizzazione ed il completamento del progetto che punta a creare una vera e propria filiera cerealicola, attraverso un percorso collaborativo tra i vari soggetti in campo ed in particolare delle varie aziende agricole che hanno presentato le loro proposte progettuali. Con l’ok arrivato dalla Regione Campania, si può ora partire con la fase realizzative che prevede, innanzitutto, la presentazione, tramite la piattaforma SIAN dell’AGEA, dei progetti esecutivi che sono stati elaborati dei partner nella fase di predisposizione dell’intero progetto.

    C’è tempo fino al 10 marzo per caricare il progetto esecutivo sulla piattaforma. Poco più di un mese per entrare nel vivo del percorso di valorizzazione del settore agricolo e, soprattutto, della filiera cerealicola che coinvolge una serie di imprese per curare i diversi passaggi della produzione e trasformazione dei grani antichi. Imprese dedite alla coltivazione dei grani antichi ed al raccolto che, a loro volta, sono legate nell’attività alle imprese di trasformazione dei grani, quest’ultime a loro volta collegate con le imprese che lavorano il prodotto trasformato che collaborano con i centri di commercializzazione. Una filiera che impone quindi una stretta collaborazione tra tutti i partner in campo. L’ente montano, guidato dal presidente Francesco Cavallone, avvalendosi del supporto della realizzazione del progetto dell’Assessore e vice presidente Antonio Pagliarulo, puntano, attraverso il progetto AgIRe proprio alla costituzione di una rete d’imprese per la valorizzazione e lo sviluppo della filiera cerealicola basata sui grani antichi.

    Una filiera che, come spiegato tra gli obiettivi del progetto, comprende il recupero e la messa a dimora di antichi cultivar, la produzione di grani antichi, la trasformazione attraverso la produzione di farine, la commercializzazione compresa l’organizzazione di spazi di vendita e promozione anche attraverso la promozione di filiere corte e mercati locali. Il progetto, inoltre punta anche alla sottoscrizione di specifici protocolli con artigiani locali quali maestri pastai e fornai.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli