7.4 C
Sassano
mercoledì, 30 Novembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Progetto SOFU, Socrates attiva sportello per il reinserimento dei detenuti

    Il progetto SOFU, promosso dalla Scuola di Formazione Socrates in collaborazione con la , presentato nei mesi scorsi a Sala Consilina, entra nel vivo con uno sportello di orientamento e formazione attivo presso la casa circondariale di Salerno avvalendosi della collaborazione della Cooperativa Sociale Fili d’Erba e dell’Associazione Quartieri Ogliaradi Salerno.

    Il progetto, che punta a favorire il reinserimento nella società di detenuti sottoposti a controllo della libertà avendo commesso errori anche gravi. Si tratta di uno sportello che offrirà supporto ai detenuti potendo offrire loro servizi specialistici di orientamento ed accompagnamento al lavoro attraverso anche attività formative e laboratoriali.

    Finanziato dalla Regione Campania, che ha subito sostenuto il progetto promosso da Scrates e da Massimo Burzo, puntando anche alla costituzione di un Osservatorio della Giustizia nel Vallo di Diano, rappresenta un grande opportunità di rivalsa per tanti detenuti della Casa Circondariale Antonio Caputo di Salerno, diretta da Rita Romano, che potranno godere del supporto della referente dell’area giuridico pedagogica del Penitenziario Monica Innamorato e dalla responsabile della ETS Socrates Caterina Di Bisceglie per lo svolgimento di varie attività quali: Profilazione dei destinatari; Affiancamento per la redazione del Curriculum Vitae per presentarsi o richiedere un colloquio di lavoro; Formazione e informazione inerente ad opportunità per avvio di nuove attività; Redazione di un piano di impresa; Brainstorming per stimolare la creatività e lo sviluppo di “business idea” legata alle dinamiche e alle potenziali territoriali; Organizzazione di colloqui di conoscenza con i Responsabili di imprese profit e no profit; Presentazione degli aspetti commerciali, tecnici, finanziari e legali delle nuove attività.

    Inoltre, i detenuti, saranno affiancati da un team multidisciplinare costituito dall’Avvocato Angela Quagliano, dall’Assistente Sociale Maria D’Amato dell’Associazione Quartiere Ogliara e da Vincenzo Quagliano della QS & Partners. Oltre all’attivazione dello Sportello presso l’Istituto Penitenziario di Salerno, sono stati inoltre attivati due laboratori presso l’Istituto a custodia attenuata per il trattamento della tossicodipendenza e /o alcol dipendente di Eboli  sul Restauro/Intarsio e sull’arte teatrale.

    Il progetto S.O.F.U. nasce con l’obiettivo strategico di dotare la provincia di Salerno di servizi innovativi di inclusione socio economica per gli autori di reato e di dotare il Vallo di Diano, senza più Tribunale e Carcere, di una nuova “infrastruttura di servizi per utenze speciali” sostenendo la nascita di un “Osservatorio” quale struttura di servizi sperimentati.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli