7.4 C
Sassano
mercoledì, 30 Novembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Punto Nascita, l’assessore regionale Corrado Matera attacca il Governo: ” La salute è di tutti e va difesa”

    corrado matera

    Non ci sta l’assessore regionale Corrado Matera ad accettare la decisione del Comitato Percorso Nascita che ha espresso parere contrario al riconoscimento della deroga per i punti nascita degli ospedali di Polla, Sapri e Piedimonte Matese.

    Una decisione che l’assessore Matera considera in netto contrasto con le precedenti iniziative finalizzate a dare nuovo slancio e vitalità alle aree interne attraverso una strategia che vede anche il Vallo di Diano protagonista in questo progetto come area pilota. Una netta contrarietà che spinge l’assessore al turismo Matera a parlare di “Governo in confusione”.

    Sono queste le parole con cui apre il suo lungo intervento postato su facebook spiegandone successivamente le motivazioni.“Si potenziano le Aree Interne – dice Matera – e nel contempo il territorio viene privato dei Punti Nascita”. 

    Una decisione ritenuta dall’assessore regionale dannosa per il territorio che viene privato del diritto alla salute garantito e tutelato dalla Costituzione italiana. “Il Comitato Tecnico del Ministero della Salute, – spiega – retto dalla ministra pentastellata Giulia Grillo, non ha accettato le deroghe relative al Piano ospedaliero regionale, privando importanti aree della Campania di un diritto costituzionalmente garantito. La Sanità rappresenta un nodo cruciale della strategia nazionale delle Aree Interne. È inaccettabile che linee strategiche individuate e finanziate dallo Stato vengano confutate dallo Stato stesso. Da una parte, con la legge di stabilità vengono finanziate azioni che mirano alla tutela della salute in ambito materno-infantile, mentre dall’altro bisogna fare i conti con la chiusura di diversi punti nascita”.

    Per Corrado Matera affinché gli obiettivi prefissati possano essere raggiunti, è necessario che la politica sia capace di ampia convergenza nelle decisioni che possa portare all’approvazione di un disegno di legge capace di dare effettiva dignità alle aree interne ritenendo nel contempo inammissibile che vengano ad essere privati dei punti nascita proprio quei territori ritenuti meritevoli di attenzione per un progetto di sviluppo voluto dallo stato.

    “La salute è di tutti e va difesa – sottolinea Matera – Uno Stato solidale, sociale, attento ai principi fondamentali della Carta costituzionale, ha il dovere di intervenire con provvedimenti legislativi specifici a favore dei territori che necessitano di tutela, garantendo uomini, risorse, infrastrutture adeguate in settori vitali come la Sanità. La Regione – garantisce l’assessore Corrado Matera – dal canto suo ha già proposto e riproporrà la deroga per i Punti Nascita di Polla e Sapri. Con il Presidente della Comunità Montana Vallo di Diano, Raffaele Accetta (Responsabile anche dell’area interna) ed i sindaci delle aree svantaggiate interessate, porremo il problema sul piano nazionale. È arrivato- conclude Matera – il momento di una grande e coesa unità per la risoluzione di questa problematica che sta a cuore a tutti i cittadini”.

     

     

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli