24 C
Sassano
sabato, 25 Giugno, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    RIVENDITA CARBURANTI, CONTROLLI DELLE FIAMME GIALLE IN TUTTA LA PROVINCIA DI SALERNO

    Caro carburanti e condotte scorrette dei gestori delle rivendite di prodotti petroliferi sotto la lente di ingrandimento della Guardia di Finanza che ha avviato controlli serrati su tutto il territorio provinciale, andando a coprire le diverse aree territoriali che vanno dalla parte nord della provincia dell’Agro Nocerino Sarnese, fino ad arrivare alla parte più a sud con controlli e verifiche effettuate anche nel Vallo di Diano ad opera dei militari della Tenenza di Sala Consilina.

    Un’attività intensificata anche a seguito dei recenti aumenti dei prezzi che si sono registrati nel settore e, per il quale, le forze dell’ordine son in campo con apposite operazioni a contrasto di eventuali irregolarità. Dal Comando Guardia di Finanza provinciale vengono presentati i numeri relativi alle operazioni su tutto il territorio da cui sono emerse gravi fenomenologie illecite, quali il contrabbando. I controlli si sono in particolare concentrati sul distributori di carburante stradali dove sono state effettuate verifiche sulla documentazione amministrativa. L’esito degli accertamenti ha portato ad elevare 26 verbali per la violazione delle disposizioni in tema di corretta pubblicità dei costi e di relativa comunicazione al Ministero dello Sviluppo Economico. Sono inoltre state riscontrate 32 situazione di irregolarità complessiva di cui in 21 casi, i baschi verdi hanno accertato che gli esercenti avevano omesso di riferire all’ente di riferimento i prezzi praticati per ciascuna tipologia di carburante venduto.

    Inoltre sono emerse anche violazioni sulla cartellonistica, la cui elencazione non rispettava l’ordine previsto che prevede, dall’alto verso il basso, l’inserimento del prezzo prima del gasolio, secondo la benzina ed infine GPL e quindi metano. I gestori individuai, in totale 3, rischiano ora sanzioni che vanno dai 516 euro ai 3 mila euro. Effettuate inoltre l’ispezione di 254  e controlli nei confronti di 460 soggetti.  Inoltre la Guardia di Finanza ha provveduto anche a verifiche sugli impianti di cui 8 sono stati trovati privi delle autorizzazioni previste dalla legge cautelati unitamente a ben 3.600 litri di carburante per autotrazione e 3.300 litri di gasolio ad uso agricolo. 3 cisterne sono inoltre state sequestrate in quanto sprovviste di attestazioni di conformità e quindi per anomalie nella corretta conservazione di materiale esplodente. Le cisterne sono state sequestrate con il motorino conta litri e pistola erogatrice oltre che con 4 mila 913 litri di gasolio per autotrazione.

    Sequestrati anche 2.577 litri di gas GPL, rinvenuti presso un rivenditore al dettaglio di combustile ad uso domestico del salernitano, stoccati in n. 164 bombole, eccedenti il limite quantitativo previsto dalla disciplina di prevenzione incendi. Sono queste operazioni che testimoniano la costante azione di presidio economico-finanziario prestata dalla Guardia di Finanza sia a garanzia del corretto assolvimento degli obblighi d’imposta, che a tutela dei consumatori, con una particolare sensibilità rispetto alla delicata congiuntura socio-economica.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli