18.3 C
Sassano
martedì, 27 Settembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Sala Consilina, anziani nel mirino di spietati truffatori: si fingono Poliziotti o Carabinieri

    {vimeo}100102234{/vimeo}
    Si spacciano per Poliziotti o Carabinieri, e telefonano agli anziani del Vallo di Diano informandoli che il figlio ha avuto un grave incidente stradale. Ma si tratta di una elaborata truffa: i truffatori, si sa, non vanno in vacanza, anzi approfittano del periodo estivo per prendere di mira soprattutto gli anziani rimasti soli, con inganni e raggiri sempre più elaborati e pericolosi. Gli ultimi casi si sono verificati a Sala Consilina, dove a distanza di poche ore due tentativi di truffa, per fortuna non andati a buon fine, sono stati denunciati alla locale Stazione Carabinieri. Simili le modalità, che hanno visto vittime due signore di circa 70 anni residenti in Via Boschi e in via Mezzacapo. Ad agire sono almeno 3 persone, che dopo aver individuato la loro vittima la contattano telefonicamente, fingendo di chiamare da una Questura o da una Stazione di Polizia o dei Carabinieri (in questi ultimi due casi casi di Napoli). Dopo essersi presentato come un rappresentante delle Forze dell’Ordine, il truffatore getta nel panico la vittima designata, raccontando che suo figlio ha avuto un grave incidente stradale, e che si è scoperto che la sua autovettura manca di copertura assicurativa e che rischia di essere anche arrestato. A quel punto interviene una seconda persona, che si spaccia per avvocato, spiegando alla donna ormai terrorizzata che l’unico modo per risolvere la questione è il pagamento di una somma di denaro che sarà utilizzata per sistemare le cose. Il piano è studiato per gettare nel panico le anziane vittime designate e impedire loro, a causa dello shock, di ragionare lucidamente. Un altro complice, che si spaccia per assistente dell’avvocato, è già in attesa nei pressi della casa delle vittime prescelte per farsi consegnare il denaro. Fortunatamente nel caso delle due signore di Sala Consilina, la truffa non è andata in porto: in uno dei due casi la signora è rimasta lucida e dopo un primo momento di comprensibili dubbi e preoccupazioni ha messo giù il telefono e denunciato tutto ai carabinieri. Nel secondo caso i truffatori avevano quasi raggiunto lo scopo: l’anziana, sconvolta da quanto le era stato fatto credere, ha acconsentito a recarsi in banca a prelevare i 2500 euro richiesti per aiutare il figlio. Una volta all’interno dell’Istituto di credito, con i truffatori che aspettavano all’esterno, ha però preso consapevolezza dell’assurdità di quanto le stava accadendo, e fattasi prestare un telefono cellulare da un dipendente è riuscita a contattare il figlio, scoprendo che stava bene e che era all’oscuro di tutto. Ai truffatori, che la tenevano comunque sotto costante controllo, non è rimasto altro che darsi alla fuga. Su entrambi i tentativi di truffa indagano i Carabinieri della Stazione di Sala Consilina guidati dal Luogotenente Cono Cimino, che hanno acquisito dalle testimonianze elementi che potrebbero risultare utili all’individuazione dei responsabili. Tra questi l’accento marcatamente napoletano di almeno uno dei telefonisti. I Militari dell’Arma di Sala Consilina sottolineano che non si tratta degli unici casi di questo tipo di truffa segnalati nel Vallo di Diano negli ultimi tempi, e raccomandano agli anziani presi di mira di cercare di mantenere la calma e la lucidità, per quanto difficile. E’ importante ricordare sempre che anche in caso di gravi incidenti stradali che coinvolgono familiari, le conseguenze non sarebbero mai risolvibili con l’esborso di una somma di denaro. La cosa migliore è mantenere la calma quando si viene contattati, prendere tempo con una scusa e poi contattare immediatamente i Carabinieri al numero 112, che provvederanno all’invio di una pattuglia: uno dei truffatori potrebbe infatti essere in attesa non lontano.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli