16.8 C
Sassano
giovedì, 8 Dicembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Sanità campana, verbale critico dal Governo. Attacco dalle opposizioni. De Luca: “Campagna diffamatoria”

    {vimeo}286337220{/vimeo}

    Lo scorso 18 luglio un nuovo tavolo tecnico sulla sanità in Campania per valutare lo stato del servizio. In un’intervista il Governatore Vincenzo De Luca aveva annunciato di aver avviato l’iter per l’uscita della sanità Campania dalla fase di commissariamento sottolineando che, visti i dati esposti “nessuno potrà dire A e la Campania si riprende la sua autonomia nella sanità”.

    Parole che però sembra vadano in contrasto con quanto sarebbe riportato nel verbale della seduta, reso pubblico nei giorni scorsi a firma dei ministeri della Salute e dell’Economia che, invece parla di persistenti criticità. Un verbale che non lascia presagire l’epilogo sperato dal governatore.

    Screening oncologici inadeguati, Carenze nell’assistenza agli anziani non auto-sufficienti e ai disabili, Sistematico sforamento dei budget per ciò che riguarda la sanità privata basti pensare che, quest’anno i tetti di spesa per l’esenzione dei ticket sono già stati superati, livelli di assistenza che, seppur fanno registrare taluni miglioramenti mostrano comunque persistenti criticità, liste di attesa ancora lunghe, numero ancora insufficiente, seppur in miglioramento, di posti letto equivalenti presso strutture residenziali per anziani non autosufficienti.

    A ciò pare aggiungersi anche una bocciatura per lo stanziamento di nuovi fondi 2018/2019 in quanto pare che ai dati presentati dalla Regione Campania manca l’analisi del fabbisogno della popolazione per valutare un’adeguata programmazione dei livelli di spesa.

    La pubblicazione del verbale scatena l’ira delle opposizione con la responsabile di Fratelli d’Italia per la Sanità campana Carmela Rescigno che commenta:”In Campania è vietato ammalarsi. Il mito della sanità ai livelli europei annunciato da De Luca, è stato ancora una volta smentito. Alla luce di un quadro nero– conclude Rescigno – mi chiedo cosa aspettano Lega e M5S a revocare l’incarico di commissario a De Luca soprattutto alla luce dell’imbarazzante presenza del consigliere delegato alla Sanità Enrico Coscione sotto processo”.

    Non si fa attendere neanche la reazione di Valeria Ciarambino consigliere regionale del Movimento 5 stelle “Non solo il commissario regionale per la sanità ha dato un’interpretazione del tutto sballata sul reale stato di salute della sanità campana, ma ha dimostrato ancora una volta tutta la sua scorrettezza istituzionale, quando ha riferito degli esiti di una riunione senza che vi fosse ancora alcun verbale“.

    Alle accuse risponde direttamente il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca dalla sua pagina facebook. “Era prevedibile una campagna di diffamazione e mistificazione per cercare di offuscare i risultati straordinari della sanità in Campania. Niente di nuovo. I fatti si incaricheranno di riportare alla realtà e di sbugiardare chi offende l’impegno e il lavoro di tutti che si sta portando avanti. Nel frattempo – annuncia – tuteleremo in ogni sede la Regione Campania e la Sanità campana da campagne di mistificazione.”

    Anna Maria CAVA

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli