6.3 C
Sassano
mercoledì, 7 Dicembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Sanità, emigrazione al Nord. Due sanzesi lasciano gli ospedali campani per essere curati

    {vimeo}389469313{/vimeo}

    Da anni si parla della continua emigrazione sanitaria che la Campania deve affrontare con costi decisamente sostenuti per le casse regionali, riducendo anche i fondi destinati al potenziamento delle strutture. Un problema che resta senza soluzioni con i cittadini costretti a doversi spostare verso le regioni del Nord per ricevere cure e assistenza adeguata. A testimonianza di ciò due casi, entrambi accaduti a due persone originarie di Sanza a distanza di poche ore l’uno dall’antro hanno riacceso i riflettori sulle criticità della sanità campana.

    I fatti si riferiscono all’incidente verificatosi sulla A30 in cui sono rimasti coinvolti due autisti di bus. Ad avere la peggio un 30enne di Sanza ricoverato presso l’ospedale di Caserta dove è rimasto 9 giorni con varie fratture al bacino e alla colonna e la  dissecazione dell’uretra dovuta al forte impatto, senza ricevere le cure necessarie. Da qui la decisione dei familiari di rivolgersi ad altri specialisti e, grazie al supporto del consigliere comunale con delega alla sanità del comune di Sanza Antonio Citera, sono entrati in contatto con gli specialisti dell’Ospedale Civile di Bologna. L’uomo è stato quindi trasferito, sabato scorso presso il traumacenter dell’ospedale bolognese dove sono state riscontrate numerose fratture alle vertebre ed al bacino su cui si sta valutando la metodologia di intervento. Altro caso che ha richiesto l’immediato e tempestivo intervento del consigliere Citera, la vicenda che ha colpito una donna di Sanza intenda ad effettuare le pulizie all’interno di un’azienda del posto. La donna era caduta dalle scale ed era stata trasportata presso il Luigi Curto di Polla.

    Seppur in un primo momento le sue condizioni non sembravano gravi, i familiari avevano richiesto un ulteriore consulto medico che, aveva invece riscontrata diverse fratture alla colonna vertebrale. Alla donna, su indicazione dello specialista il Dott. Francesco Vommaro, necessitava di un immediato intervento chirurgico. Da qui è stato disposto il trasferimento presso l’Ospedale Ortopedico Rizzoli dove la donna è stata operata lunedì scorso e, dopo poche ore dall’intervento, è già stata sottoposta ad esercizi di fisioterapia per poter riprendere a stare in piedi. In poche ore quindi, 2 cittadini di Sanza sono stati costretti ad emigrare verso il nord per ricevere adeguata assistenza sanitaria. Casi simili se ne registrano in continuazione con persone malate che partono per lunghi viaggi della speranza.

    Anna Maria CAVA

     

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli