21.6 C
Sassano
venerdì, 7 Ottobre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Sanita’, il dott. Pietro Greco sollecita l’arrivo di un medico a neurologia

    {vimeo}215985890{/vimeo}

    L’assenza di un medico in servizio presso l’unità operativa di Neurologia all’Ospedale di Polla continua a destare preoccupazione, tanto più che, al momento, sembra non siano giunte notizie in merito all’arrivo di un nuovo medico in sostituzione della dottoressa che, a causa di un infortunio, è attualmente in permesso malattia per una prevista durata di diverse settimane, confermando quindi l’attuale situazione che vede disponibili e operativi solo 2 dei 3 medici in servizio presso il reparto di neurologia, peraltro reparto indicato come di emergenza. Dal gruppo facebook “Difendiamo le nostre strutture sanitarie”, era stato lanciato l’allarme dal Dott. Pietro Greco che aveva anche annunciato la volontà di incatenarsi davanti all’ingresso dell’Ospedale Luigi Curto se, a breve non arrivavano risposte. Il Dott. Luigi Mandia, direttore dell’ospedale aveva da subito comunicato il disagio al direttore generale dell’ASL Antonio Giordano che, di contro, aveva assicurato l’arrivo di un sostituto da individuare presso gli altri presidi ospedalieri. Cosa ancora non avvenuta, nonostante anche il presidente della Conferenza dei Sindaci dell’ASL Sergio Annunziata avesse garantito l’arrivo presso l’unità operativa di neurologia di un sostituto per affiancare i due medici attualmente in servizio. Intanto il Dott. Pietro Greco diventa sempre più pressante nella sua richiesta e lo fa attraverso il gruppo facebook difendiamo le nostre strutture sanitarie confermando la sua intenzione di protesta. “Hanno promesso – scrive il Dott. Pietro Greco – che arriva un neurologo all’Ospedale di Polla, ma se questo non succede mi incatenerò davanti all’ingresso dell’ospedale per evidenziare che la nostra sanità và difesa ad oltranza. Io – continua nel post – non mi sento eroe ma un medico,un cittadino del Vallo di Diano che non si arrende. Invito tutti voi del gruppo ad almeno un segno di solidarietà, difendere la sanità è un dovere – conclude – difendersi dalla cattiva politica ‘e un obbligo”.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli