11.8 C
Sassano
domenica, 25 Settembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Sanità, La Lega Salerno consegna al Ministro dell’Interno un dossier

    {vimeo}301342600{/vimeo}

    Dura presa di posizione del coordinatore Lega Salerno Mariano Falcone che, con nota stampa, sottolinea come le responsabilità dei gravi problemi della sanità in Campania sono da addebitare all’attuale Commissario Vincenzo De Luca.

    Partendo dalle proteste in atto nel Golfo di Policastro e nel Vallo di Diano dopo la pubblicazione del decreto di chiusura dei punti nascita degli ospedale di Sapri e di Polla, il coordinatore di Salerno e vice coordinatore regionale della Lega ricorda anche la dismissione dell’ospedale Loreto Mare, le gravi carenze di primari nei reparti di rianimazione, emodinamica e Chirurgia tra Salerno e Cava, il grave fatto delle formiche addosso a pazienti. Tutti elementi per i quali, a parere di Mariano Falcone, si rende necessaria l’immediata revoca dell’incarico di commissari a De Luca.

    “Non si capisce – scrive in una nota Falcone – per quale ragione il ministro Grillo si ostini a mantenerlo in quel ruolo nonostante la prova, dannosa, della sua inadeguatezza”. L’intervento del coordinatore della Lega insiste in primis sulla vicenda che ha portato alla soppressione dei punti nascita con decreto dello scorso 5 novembre svelando: “Il sindaco di Polla Rocco Giuliano – ricordano dalla Lega Salerno – ha dichiarato che “la Regione già sapeva del parere sfavorevole e non ha informato il territorio” parlando di delusione per gli amministratori. Il suo collega di Sapri, invece, – continua – dà la colpa ad altri ma il decreto l’ha firmato De Luca, Presidente PD della Regione Campania. In queste ore assistiamo al solito scaricabarile di De Luca con meriti sempre suoi, le colpe sempre di altri: stavolta se la prende con il Governo cercando di passare per vittima di un malevolo disegno il Commissario che invece difenderebbe i territori”.

    Per Mariano Falcone si tratta invece delle conseguenze della gestione disastrosa della sanità e, a parere del referente della Lega la popolazione è ben consapevole di ciò. “Riteniamo – conclude Mariano Falcone – inderogabile la revoca da commissario: l’8 dicembre, a Piazza del Popolo a Roma in occasione della manifestazione nazionale della Lega, consegneremo un corposo dossier al ministro Salvini”. Dossier che in parte è stato già consegnato in occasione della visita del Vice Premier Matteo Salvini a Napoli

    Anna Maria CAVA

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli