17.9 C
Sassano
domenica, 3 Luglio, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Sanità, la Regione ha presentato il piano: previsti ospedali e case di comunità, anche nel Vallo di Diano

    La Campania si doterà di presidi sanitari di prossimità, per una sanità vicina al cittadino. Numerosi arriveranno anche in provincia di Salerno e nel Vallo di Diano e Tanagro: i punti individuati sono Auletta, Sala Consilina e Teggiano.

    Si tratta complessivamente di: 48 ospedali di comunità con 20 posti letto, per le degenze brevi con pazienti che necessitano di interventi sanitari a bassa intensità clinica; 172 case di comunità, attive h24, 7 giorni su 7, con strumentazione diagnostica di base, per l’effettuazione di prelievi, vaccinazioni e medicazioni, di alcuni tra i principali esami e screening oltre che per l’assistenza amministrativa; 65 centrali Centrali operative Territoriali per la telemedicina con una funzione di coordinamento della presa in carico della persona e raccordo tra servizi e professionisti coinvolti nell’assistenza.

    La Regione Campania vuole sfruttare i fondi messi a disposizione con il Pnrr e negli scorsi giorni ha consegnato al Ministero della Sanità il piano degli investimenti. Il decreto firmato da Roberto Speranza dello scorso gennaio ha messo sul tavolo, a livello nazionale, 8 miliardi di euro.

    Per quanto riguarda gli Ospedali di Comunità le candidature per il salernitano sono 8: quattro da costruire e altrettanti ristrutturare. Tra le sedi indicate: Castel San Giorgio, Montecorvino Pugliano, Pollica, Sala Consilina, Salerno, Sarno, Teggiano, Vallo della Lucania.

    Sono 33 sempre nel salernitano saranno le Case di Comunità, di queste 18 da edificare e 15 soltanto da ristrutturare e dovrebbero essere a:

    Agropoli, Angri, Auletta, Baronissi, Bellosguardo, Bellizzi, Buccino, Capaccio Paestum, Castel San Giorgio, Caselle in Pittari, Cava de’ Tirreni, Centola, Colliano,Eboli, Giffoni Sei Casali, Mercato San Severino, Montecorvino Pugliano, Nocera Inferiore, Pontecagnano Faiano, Olevano sul Tusciano, Oliveto Citra, Pagani, Pollica, due a Salerno, Sarno, Scafati, Sala Consilina, San Giovanni a Piro, Sapri, Teggiano, Tramonti,Vallo della Lucania.

    Poi ci sono le Centrali per la telemedicina, ne sono previste 13 nella nostra privincia: a

    Angri, Auletta, Bellizzi, Capaccio, Caselle in Pittari, Castel San Giorgio, Eboli, Mercato San Severino, Pontecagnano Faiano, Salerno,  Sarno, Tramonti e Vallo della Lucania.

    Per questi interventi, si ipotizza la conclusione e la messa in opera dei servizi entro il primo trimestre del 2026.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli