19.7 C
Sassano
domenica, 2 Ottobre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Sanità. Nel nuovo piano sanitario Polla nella rete del 118

    {vimeo}163071745{/vimeo}

    Sei macro area in è stata divisa la Campania nel nuovo piano sanitario di cui è stato scritto una bozza e già inviato al ministro della Salute Beatrice Lorenzin. Napoli 1 Centro, Napoli 2 Nord, Napoli 3 Sud, Salerno, Caserta e Avellino-Benevento, con la provincia Irpina e quella sannita riunite in un’unica macro area. Le linee guida del nuovo piano sono, come riporta l’edizione odierna de “Il Mattino”: chiudere le strutture insicure, trasferire i malati attraverso il 118 nei reparti attrezzati per le terapie, concentrare le cure oncologiche ma prevedere la radioterapia anche in provincia, rafforzare l’assistenza territoriale e le strutture di lungodegenza e quindi ridurre i posti letto per acuti. Il modello di riferimento è la Lombardia con un un’unica azienda sanitaria dedicata alla gestione dell’emergenza. La vera novità è rappresentata dal tener conto anche dei servizi garantiti nelle cliniche private. Per quanto riguarda la provincia di Salerno, l’Ospedale Ruggi sarà il punto di riferimento per ictus, infarto e trauma. Sarà potenziato il centro trapianti ed è prevista un’unità spinale e la neuro-riabilitazione. A Mercato San Severino sarà trasferita psichiatria mentre il San Luca di Vallo della Lucania entrerà a far parte nella rete delle cure palliative e le emergenze digestive guadagnando anche 20 posti per la riabilitazione. Nella rete del 118 restano gli ospedali di Sarno, Polla (per ictus, infarto e trauma) mentre confermati il Pronto Soccorso a Oliveto Citra, Battipaglia, Eboli, Castiglione di Ravello, Roccadaspide e Agropoli. 

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli