19.2 C
Sassano
domenica, 2 Ottobre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Sanità, Piano Ospedaliero: Polla e Sapri pronto soccorso; Sant’Arsenio Ospedale di Comunità

    {vimeo}167262721{/vimeo}

    Sembra ormai definito e chiaro il piano ospedaliero della Regione Campania che interesserà anche la provincia di Salerno. Un piano che fa registrare un lieve incremento in riferimento ai posti letto assegnati che da 3665 esistenti, dovrebbero arrivare ai 3722 quindi 57 unità in più rispetto agli attuali. Viene inoltre definita la funzionalità dei diversi presidi ospedalieri con Vallo della Lucania che viene indicato come ospedale di riferimento per la parte sud della provincia di Salerno. L’ospedale vallese nel nuovo piano ospedaliero viene riconosciuto HUB di primo livello nella rete cardiologica diventando quindi l’eccellenza specialistica di riferimento e a cui faranno capo tutti gli altri presidi ospedalieri che saranno invece spoke. Per maggiore chiarezza ricordiamo che i termini HUB e Spoke sono utilizzati nelle reti aeroportuali: Hub indica l’aeroporto centrale e spoke i diversi aeroporti che si riferiscono al centrale per lo smistamento dei voli. Così sarà, anche Vallo della Lucania per quanto concerne cardiologia punto centrale e che dovrebbe offrire le migliori cure possibili rendendolo un’eccellenza. Per ciò che riguarda l’ospedale Luigi Curto di Polla come annunciato in tempi non sospetti da Enrico Coscioni peraltro confermato dal segretario provinciale del PD Nicola Landolfi in occasione della visita a Silla di Sassano, è stata confermata la volontà di renderlo presidio di pronto soccorso nella rete dell’emergenza, punto spoke per l’emergenza cardiologica così come sarà spoke per Ictus e per emergenza pediatrica. Il Luigi Curto viene inoltre individuato come presidio per i Principali Servizi Sanitari Territoriali in riferimento alla rete Trauma. All’interno del Piano Ospedaliero Si ipotizza inoltre per la struttura ospedaliera di Polla un servizio oncologico. Inoltre, sempre per il Vallo di Diano  è stata ridefinito la funzionalità della struttura di Sant’Arsenio che è stata individuata come idonea per ospitare l’Ospedale di Comunità e come Unità Complessa di Cure Primarie, quindi una struttura aperte h 24 nel quale opererà il personale medico già in convenzione quindi i medici di famiglia, i medici della continuità assistenziale, i pediatri di libera scelta, gli specialisti ambulatoriali. Tale servizio sarà utile per ridurre il carico di lavoro dei Pronto Soccorso con i casi meno gravi che riceveranno assistenza adeguata e immediata. Stessa caratteristiche dell’ospedale di Polla sono state individuate per l’Ospedale dell’Immacolata di Sapri che confermato come pronto soccorso sarà spoke per la rete cardiologica e l’emergenza pediatrica. Insomma un piano ospedaliero che , se confermato, potrebbe far discutere anche se la volontà del consulente del Presidente della Regione per la sanità Enrico Coscioni era già da tempo nota come aveva avuto modo di annunciarla in occasione del suo incontro con i politici di riferimento del Vallo di Diano. Polla come Sapri riferimenti per il primo soccorso e l’emergenza urgenza. 

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli