18.3 C
Sassano
martedì, 27 Settembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Sanita’ privata. Raggiunti i tetti di spesa, tra pochi giorni stop alle prestazioni gratuite

    {vimeo}181615440{/vimeo}

    La Sanità privata campana accreditata è sul piede di guerra anche quest’anno, sì, la storia si ripete e il budget sanitario stanziato dalla Regione non è sufficiente a fornire servizi fino al 31 dicembre. I tetti di spesa sono stati raggiunti e scatterà inevitabilmente il blocco delle prestazioni gratuite. Il cosiddetto decreto appropriatezza con cui il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha tagliato diversi esami, ha dato un mese di vita in più alle prestazioni erogabili dai centri accreditati rispetto allo scorso anno. La situazione più critica sul territorio dell’Asl salernitana, come riporta il quotidiano La Città di oggi, riguarda la radioterapia, i 2mln e 225mila euro stanziati sono andati esauriti già il 20 agosto. Centinaia di pazienti non possono fare altro che confidare nel fatto che, trattandosi di prestazioni salvavita, i centri in questione continueranno a erogarle. La cardiologia non è messa meglio, anch’essa ha pochi giorni di autonomia, i 5mln del 2016 finiranno il 15 settembre. Poi toccherà alla medicina nucleare, alla diabetologia, alle cosiddette branche a visita il cui budget si esaurirà entro ottobre. La radiologia arriva fino a novembre e i soldi dei laboratori di analisi copriranno le prestazioni fino agli inizi di dicembre. Secondo il Presidente di Federlab, Vincenzo D’Anna, “il problema è che la Campania è commissariata e i nostri commissari – dice – sono venuti a fare gli esattori, con l’obiettivo di portare qualche milione in più a Roma, anziché di risistemare un comparto che oggi è in attivo. Negli ultimi tre anni le Asl campane hanno risparmiato 200milioni l’anno e il ministero custodisce una sorta di cauzione, ammontante a un miliardo, che ci spetta. Non si capisce – conclude D’Anna – perché dunque non si riescano a trovare 50-60milioni di euro indispensabili per coprire le prestazioni fino alla fine dell’anno, senza arrecare disagi ai pazienti”. 

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli