23.4 C
Sassano
venerdì, 7 Ottobre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Sant’Arsenio, da giovedì 5 il progetto “Giovani-Gioca d’azzardo” entra nelle scuole

    {vimeo}120576620{/vimeo}

    Entra nel vivo il progetto ideato dal circolo Banca Monte Pruno presieduto da Aldo Rescinito e realizzato in collaborazione con la Banca Monte Pruno e l’Associazione Monte Pruno Giovani che punta a sensibilizzare i giovani e le loro famiglie verso il triste ed in rapida espansione fenomeno del Gioco d’azzardo. Giovedì 5 marzo alle ore 10,30 presso il Teatro Amabile di Sant’Arsenio le classi 3^ delle scuole secondarie di I grado di Sant’Arsenio, San Rufo e San Pietro al Tanagro, accompagnati dai loro insegnanti, individuati come tutor,  saranno protagonisti di una giornata di approfondimento della tematica nel corso del quale verrà spiegato nel dettaglio il progetto, anche attraverso un’ampia discussione su quelle che sono le problematiche derivanti da un uso eccessivo del gioco d’azzardo. Attraverso un opuscolo, appositamente realizzato dalla Banca Monte Pruno, ai ragazzi verrà trasmessa la pericolosità del gioco che può trasformarsi in una vera e propria malattia definita “Ludopatia” che può col tempo giungere anche ad effetti drammatici come la distruzione della persona e dei rapporti familiari, oltre che provocare un notevole danno economico. La Banca Monte Pruno diretta da Michele Albanese, il circolo Banca Monte Pruno presieduta Aldo Rescinito e l’Associazione Monte Pruno Giovani presieduta da Cono Federico, nuovamente insieme in un percorso informativo e, allo stesso tempo formativo, dedicato ai giovani e finalizzato alla repressione e al ridimensionamento di un fenomeno che risulta in rapida espansione e che vede troppo spesso colpiti proprio i giovani studenti. La Campania, peraltro, da un attento studio realizzato dall’Istituto di credito, oltre che dal Circolo e dall’Associazione Monte Pruno,  con la collaborazione di esperti del settore, ha anche raccolto dati significativi e preoccupanti che evidenziano la necessità di avviare azioni forti di contrasto. Da una recente classifica, infatti, risulta che la Campania è la regione maggiormente colpita con il 57,8% dei giovani studenti giocatori, attratti prevalentemente da slot machine e dal gratta e vinci. In un’ottica che è sempre stata nella filosofia di lavoro e impegno verso il territorio della Banca Monte Pruno, secondo cui prevenire è meglio che curare, ecco che parte il progetto dedicato ai giovani, in particolare agli adolescenti, risultanti essere i soggetti più a rischio anche per la complessità della tappa psico-evolutiva che attraversano. Non a caso è proprio all’età di 12 anni che i ragazzi iniziano ad avvicinarsi al gioco d’azzardo. Ecco eprchè il progetto entrerà soprattutto nelle scuole. Partendo dagli istituti di Sant’Arsenio San Rufo e San Pietro al Tanagro, per poi andare ad interessare tette le scuole secondarie di 1° grado del Vallo di Diano. Giovedì 5 marzo, presso il Teatro Amabile il primo incontro nel corso del quale saranno poi consegnati ai docenti, individuati come tutor del progetto, e ai ragazzi oltre all’opuscolo informativo anche dei questionari anonimi che i ragazzi dovranno compilare. Il progetto prevede anche la realizzazione di punti d’ascolto per giovani e famiglie, con un numero verde gratuito a disposizione

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli