7.9 C
Sassano
lunedì, 5 Dicembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Sant’Arsenio, iniziati i lavori di pulizia del torrente Secchio. Continuano le indagini

    {vimeo}133830666{/vimeo}

    Continuano le indagini per risalire ad eventuali responsabilità circa il caso di sversamento di prodotto oleoso nel torrente Secchio al confine tra Sant’Arsenio e San Pietro al Tanagro. Ieri mattina i tecnici dell’ARPAC sono stati a lavoro per i prelievi del caso e per effettuare analisi specifiche al fine di risalire alla natura del prodotto che si è sversato nel torrente. Il liquido oleoso è comparso nel pomeriggio di giovedì allarmando i residenti dell’area anche per l’odore che emanava. Immediato l’arrivo di carabinieri e vigili del fuoco per cercare di capire la natura del liquido ma soprattutto per individuare la provenienza ed eventuali responsabili. Sono tuttora in corso le indagini. Intanto, dopo i relativi prelievi e l’ispezione sul luogo sono partite le attività di pulizia del torrente e per liberare quanto prima dal prodotto oleoso l’acqua del torrente e ripristinare lo stato naturale del luogo. Al momento sono oltre 27 mila litri di liquido prelevato, costituito dal prodotto oleoso e da acqua del torrente che è stata interessata dallo sversamento. Da ulteriori approfondimenti, inoltre, sembra che il liquido oleoso che è andato a confluire nel torrente attraverso il canale sia stato anche responsabile di un grave danno al depuratore, causando il bloccaggio delle pompe. Si ipotizza un danno economico di circa 15 mila euro, oltre al danno materiale per l’impossibilità di utilizzo dell’attrezzatura. In attesa di capire la natura effettiva del liquido e di capire se vi siano stati problemi per l’ambiente circostante, sembra che la conta dei danni sia già decisamente consistente, vista l’acqua, bene prezioso, che si è stato costretti a prelevare dal torrente, e il depuratore fortemente danneggiato.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli