10.9 C
Sassano
martedì, 18 Gennaio, 2022
spot_img
More

    Ultimi articoli

    Sanza, Successo Nazionale Per Lo Chef Francesco Cozza

    Successo nazionale per lo chef di Sanza Francesco Cozza. Il web magazine di enogastronomia e selezione delle eccellenze, Report Gourmet, ha infatti dedicato una recensione alla sua carriera e alle due doti. Francesco Cozza, classe 1982, nato in Germania, è cresciuto nel suo paesino, a Sanza, ha studiato all’Istituto alberghiero di Maratea come tecnico dei servizi della ristorazione. Dall’età di 16 anni lavora in diversi hotel e ristoranti anche fuori l’Italia. Negli ultimi anni si è stabilito in Alto Adige. Propone piatti genuini, nostrani, in cui i commensali possano riscoprire i sapori di un tempo, soprattutto nella realizzazione di paste fresche, dove ritrova anche le sue origini valdianesi. L’intento che persegue è quello di realizzare piatti che siano in grado di trasmettere l’amore con cui sono stati ideati e poi realizzati, che conservino la purezza delle materie prime usate. Francesco ha introdotto la sua filosofia di promozione dei prodotti locali, offrendo un pasto dove questi si fondono con le sue origini mediterranee. Lo chef di Sanza ha anche intrapreso un progetto personale e aziendale che include la realizzazione di un orto biodinamico, uno spazio verde che gli consente di offrire prodotti che l’industria ha purtroppo omologato. Francesco Cozza è dunque diventato una star della cucina, molto amato nella sua comunità per la semplicità e la grande educazione. Appena può rientra a Sanza dove abita ancora la sua famiglia. “Un orgoglio il talento di questo giovane che tra l’altro non manca mai di esprimere idee e visioni per il futuro turistico di Sanza – ha commentato il vicesindaco Antonio Lettieri – un giovane di grande valore di cui andiamo orgogliosi. Un esempio, senza dubbio, di abnegazione ed amore per il lavoro ma anche di attaccamento alle sue origini. Siamo orgogliosi di lui e della sua splendida carriera” ha concluso il vicesindaco Lettieri.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli