17.1 C
Sassano
martedì, 27 Settembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Sanza, successo per il terzo appuntamento di Identità Mediterranee

     

    {vimeo}592111801{/vimeo}

    Si avvia alla conclusione, a Sanza, la rassegna Identità Mediterranee, il ciclo di incontri promosso dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Vittorio Esposito su tematiche di grande interesse e attualità. Dopo la serata dedicata al tema delle migrazioni che ha visto al centro il nuovo libro del giornalista Lorenzo Peluso e quella dedicata alle radici che ha visto tra i relatori anche la direttrice dell’emittente televisiva UnoTv Anna Maria Cava, gli incontri sono proseguiti lunedì sera con una serata di emozioni accompagnata dalle vibrazioni del pianoforte e delle percussioni.

    Protagonista del terzo appuntamento della rassegna, in piazza Cavour a Sanza, il libro “I sogni di Rosemary” di Rosemary Manilia. Un libro diario di un’adolescente strappata alla vita troppo presto ma che ha saputo lasciare un segno indelebile del suo pensare, riflettere e sognare, nonostante la malattia. Il rapporto adolescenti- adulti, i desideri ed i sogni da realizzare, la forza di guardare oltre la sofferenza della malattia, la consapevolezza del tempo limitato del vivere e la necessità di viaggiare e conoscere il mondo: sono alcuni spunti offerti dal dibattito con gli interventi del giornalista Antonio Sica; dell’assessore alle politiche sociali del comune di Sanza, Marianna Citera; di Rosita Costa, mamma di Rosemary; e del sindaco di Sanza Vittorio Esposito. Le letture e la conduzione della serata sono state affidate alla professoressa Marisa Vitolo. Il dibattito è stato moderato dal giornalista Lorenzo Peluso.

    Alle emozioni suscitate dal libro di Rosemary si sono aggiunte quelle mosse dalla musica del maestro Luigi Gargano al pianoforte, accompagnato dalle percussioni del maestro Antonio Porpora. Un concerto sublime in cui si sono fusi generi diversi, dalla Classica alla Musica innovativa, sperimentale, sino ad arrivare all’Elettronica, per una serata dedicata al talento assoluto: passando dalla scrittura alla musica, dai pensieri alle note.

    Ultimo appuntamento dell’iniziativa Identità Mediterranee, martedì prossimo, 31 agosto quando a Sanza arriverà il giornalista Luca Maurelli con il libro inchiesta: Io vedo il mare. La vera storia di Simon Gautier che si smarrì con Dostoevskij su un sentiero del Cilento. Sarà anche l’occasione per il concerto di fine estate proposto dal maestro Pino Pinto.

    Antonella D’ALTO

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli