7.9 C
Sassano
lunedì, 5 Dicembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Sanza, un Albero simbolo di pace in ricordo del Comandante Morello

    Ha visto la partecipazione di alunni, insegnanti, autorità militari e civili invitati dall’amministrazione comunale di Sanza, la Festa dell’Albero, che si è svolta ieri sul tema “Un albero simbolo di pace”. Un momento di commozione ed emozione in ricordo di Luigi Morello, compianto comandante del distaccamento Vigili del Fuoco di Sala Consilina, deceduto prematuramente a causa della pandemia da Covid, il 24 marzo del 2020.

    La giornata è stata infatti un omaggio della comunità e degli studenti di Sanza alla memoria di uomini e donne che nella loro vita si sono distinti per atteggiamenti e comportamenti “eroici”. In tale contesto, dunque, la comunità di Sanza, alla presenza della famiglia del comandante Morello, ha voluto rendere omaggio al suo ricordo ed al valore e coraggio dei Vigili del Fuoco.

    “Uomini e donne tutti i giorni impegnati con abnegazione e sprezzo del pericolo. I pompieri – ha commentato il sindaco Vittorio Esposito –  sono il corpo più amato dagli italiani, sempre i primi quando c’è il fuoco, l’acqua che devasta, i terremoti che straziano la popolazione, gli incidenti, le stragi. Arrivano quando gli altri scappano, sono gli ultimi a ritirarsi. Sono capitani coraggiosi, eroi quotidiani, sono gli arditi del soccorso. Tutti lo sanno, ma ogni tanto è bene ricordarlo”.

    L’amministrazione comunale per questa edizione, con la partecipazione attiva dell’Arma dei carabinieri Forestali, in villa comunale a Sanza, ha messo a dimora due piante di quercia a testimonianza perenne per le giovani generazioni dell’impegno sociale a favore dei più deboli. Per l’occasione, erano presenti la dirigente scolastica Antonietta Cantillo, il comandante dei Carabinieri Forestali della Stazione di Sanza; i militari della Stazione Carabinieri di Sanza; le unità del distaccamento Vigili del Fuoco di Sala Consilina e di Policastro Bussentino; la famiglia del comandante Luigi Morello.

    Gli alberi messi a dimora, grazie all’opera degli operai della Comunità Montana Vallo di Diano, rappresentano anche un messaggio di sensibilizzazione in merito alla salvaguardia del Pianeta e la lotta ai cambiamenti climatici.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli