13.5 C
Sassano
sabato, 10 Dicembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Sapri, assemblea pubblica a difesa dell’ospedale. Intanto il Sindaco annuncia un nuovo incontro in Regione

    {vimeo}303881566{/vimeo}

    La chiusura del punto nascita di Sapri ha spinto la comunità a riprendere la lotta, mai del tutto sopita, a difesa del presidio ospedaliero. Mentre il Comitato di Lotta a difesa dell’ospedale incontra cittadini e istituzioni per rimarcare la necessità di lottare a difesa del diritto alla salute, i sindaci del distretto sanitario 71 sono in campo al fine di eliminare definitivamente il rischio di depotenziamento dell’ospedale. Questa mattina assemblea pubblica presso l’auditorium comunale di Sapri promossa dal comitato di Lotta che ha visto la presenza del senatore Francesco Castiello del Movimento 5 stelle. Intanto anche il sindaco saprese Antonio Gentile in campo a difesa dell’ospedale. “Stiamo strenuamente difendendo il nostro territorio da ogni ansia governativa di mettere i conti pubblici davanti ai diritti delle persone”. Queste le parole con cui il sindaco Gentile ha annunciato di voler moltiplicare lo sforzo a difesa dell’ospedale, utilizzando anche qualche nota polemica verso chi, a suo dire, utilizza la vicenda per attacchi strumentali che risultano poi lesivi per il raggiungimento dell’obiettivo rischiando di disgregare piuttosto che costruire.

      “Nessuno di Noi ha colpe e Nessuno di Noi è esente da colpe” dichiara Gentile – Non abbiamo mai perso la voglia di lottare e di difendere con le unghie e con i denti i nostri paesi”. In attesa quindi della pronuncia del ministero in riferimento alla proposta presentata dal Governatore di rendere Sapri e Polla DEA di I livello oltre che di deroga alla chiusura dei punti nascita, che dovrebbe arrivare entro il 15 dicembre, il sindaco di Sapri, annuncia che nei prossimi giorni è previsto un nuovo incontro in Regione proprio per ridiscutere nuovamente il piano di potenziamento dell’ospedale  di Sapri. “Siamo riusciti – spiega Antonio Gentile – ad ottenere da parte della Regione e del Presidente De Luca la determinazione di rimodulare e ampliare il piano Ospedaliero per scongiurare la soppressione del punto nascite e per aumentare e migliorare tutti i servizi sanitari alle nostre popolazioni. Entro il 5 dicembre – annuncia – sarà preparato e mandato al Ministero della salute per il parere di competenza il nuovo piano, con l’auspicio che tutto vada a buon fine. Dopo il 5 dicembre, – conclude – registrato l’evolversi della situazione, insieme a tutti, decideremo cosa fare per risolvere questo enorme disagio che stiamo vivendo”.

    Anna Maria CAVA

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli