21.7 C
Sassano
venerdì, 20 Maggio, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Teggiano, segnale RAI carente: Cobucci scrive e Rai Way

    {vimeo}145513756{/vimeo}

    Strano paese l’Italia, proprio nei giorni in cui il Governo punta ad iniziative epr reprimere l’evasione del canone rai si scopre che il servizio è malfunzionante o addirittura carente in alcuni territori come ad esempio il Vallo di Diano che da mesi o addirittura anni lamenta l’impossibilità di seguire i canali RAI. Dei paesi valdianesi Teggiano si ribella e l’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Rocco Cimino da il via ad un’azione a tutela dei cittadini e per richiedere il miglioramento di un servizio che si è obbligati a pagare. Portavoce delle lamentele dei cittadini il consigliere comunale con delega all’innovazione tecnologica Vitantonio Cobucci che non ci sta a lasciare che i suoi cittadini paghino una tassa per un servizio che non ottengono. Nei giorni scorsi il consigliere Cobucci ha scritto alla Rai Way di Roma e Napoli per rappresentare per l’ennesima volta, a quanto pare, la mancata e a volte inesistente ricezione del segnale RAI con i cittadini impossibilitati a seguire le trasmissioni di Rai Uno, Rai Due e Rai Tre. Un problema che non è soltanto di Teggiano ma che vede però il consigliere teggianese in prima linea a fianco dei cittadini. In un periodo in cui si fa tanto parlare di canone e obbligo al pagamento non si comprende come il Governo non si impegni, così come è impegnato ad incassare il dovuto dalla popolazione, a garantire il servizio e la copertura. Vero è che in Italia si è ormai a bituati a pagare per servizi che non si ricevono. Sul canone però, a Teggiano non si vuol transigere. Ancor più oggi che, attraverso la legge di stabilità si intende introdurre il pagamento dell’abbonamento RAI nella bolletta dell’energia elettrica, ricordiamo bene di prima necessità. Il tutto in base alla presunzione di possesso senza tener minimamente conto del funzionamento o meno del servizio. Ecco perchè il consigliere delegato all’innovazione tecnologica non ci ha pensato su e, dopo le tante lamentele da parte dei cittadini, ha deciso di rivolgersi direttamente alla Rai. In una missiva scritta in veste di rappresentante istituzionale del Comune di Teggiano con oggetto la Mancata o cattiva ricezione dei canali RAI, Cobucci scrive: In queste ultime settimane sono nuovamente pervenute numerosissime vibrate rimostranze di cittadini che lamentano la ricezione a singhiozzo dei segnali di RAI1, RAI2 e RAI3 su gran parte del territorio comunale. Una condizione intollerabile – continua – che è fonte di grave disagio e irritazione per i cittadini di questo Comune per le frequentissime ed estesissime interruzioni del segnale Rai che di fatto rendono impossibile la visione stessa dei programmi. Tale situazione, più volte segnalata dal sottoscritto e da cittadini singoli, – spiega Vitantonio Cobucci senza celare il malcontento – è stata oggetto del sistematico disinteresse dei Responsabili e dei Tecnici RAI che non hanno mai inteso prendere in seria considerazione le problematiche sollevate. In questa direzione, sollecito ancora una volta interventi immediati e risolutivi che consentano di dare una risposta alle questioni rappresentate, avvertendo – conclude risoluto il consigliere di Teggiano Cobucci – che in caso di perdurante silenzio e inerzia dell’Azienda RAI, promuoverà e attiverà, in accordo con gli altri Comuni del Vallo di Diano oggetto di analoghi disservizi e con le Associazioni dei consumatori, iniziative e azioni forti a tutela del diritto dei cittadini di questo Comune e del Vallo di Diano a fruire di un servizio degno di questo nome e che giustifichi il pagamento di un canone”.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli