11.8 C
Sassano
sabato, 10 Dicembre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Terremoto. Colpito il centro Italia. 38 vittime ma il bilancio è provvisorio

    {vimeo}180028459{/vimeo}

    Il terremoto ha colpito la scorso notte il Centro Italia. Tre le scosse più forti. Una di magnitudo 6 è stata registrata alle 3.36 con epicentro a due chilometri da Accumoli (Rieti) e 10 da Amatrice entrambe in provincia di Rieti e a 10 da Arquata del Tronto in provincia di Ascoli Piceno). L’ipocentro è stato a soli 4 km di profondità.  Il bilancio provvisorio alle 12 è di 38 vittime ma si continua a scavare e il numero potrebbe salire nelle prossime ore. Il bilancio delle vittime resta provvisorio e in continuo aggiornamento. Altre due scosse importanti sono state registrate alle 4:32 e 4:33. Hanno avuto epicentro in prossimità di Norcia (Perugia), Castelsantangelo sul Nera (Macerata) e Arquata del Tronto (Ascoli Piceno). Gli ipocentri sono stati tra gli 8 e i 9 km. L’istituto nazionale geofisica e vulcanologia ha registrato fino alle 10 di questa mattina altre scosse, oltre 50 di magnitudo superiore a 2, cinque delle quali di magnitudo 4 o superiore. Sul posto la protezione civile, vigili del fuoco che insieme alle corpi italiani stanno scavando tra le maceria alla ricerca di sopravvissuti. Sarà un lavoro duro e intenso che potrebbe impiegare alcuni giorni. Poi sarà necessario ricollocare gli sfollati. Per far fronte all’emergenze è stato mobilitato anche l’esercito con una componente del 6/o reggimento Genio di Roma, con mezzi speciali, è partita verso le zone colpite dal sisma. Un terremoto che ha distrutto paesi interi come Amatrice dove le strade sono bloccate, l’ospedale è inagibile e i feriti vengono curati per strada. Stessa situazione anche a Accumoli e Pescara del Tronto, frazione e Arquata. Una notte di inferno che ha fatto balzare negli occhi e nella menti di molti il terremoto che ha colpito L’Aquila il 6 aprile del 2009 che fece 309 vittime, oltre 1.600 feriti e oltre 10 miliardi di euro di danni stimati. Nella ricerca questa mattina sono stati estratti vivi un anziano 65enne ad Accumoli e un bimbo a Pescara dal Tronto. L’Avis di Rieti ha diramato un avviso con la richiesta urgente di sangue di tutti i gruppi. “Uniamoci nella preghiera per le vittime” così ha parlato Papa Francesco durante l’udienza generale dove ha espresso commozione e vicinanza. 

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli