22.4 C
Sassano
giovedì, 6 Ottobre, 2022
spot_img
spot_imgspot_img
More

    Ultimi articoli

    Trasferimento del Distretto Sanitario, le reazioni delle amministrazioni di Sala C. e Sant’Arsenio

    {vimeo}90854054{/vimeo}
    Trasferimento degli uffici amministrativi del Distretto Sanitario da Sala Consilina a Sant’Arsenio, dopo la notizia del dispositivo firmato del direttore sanitario Antonio Lucchetti, arrivano le reazioni: al vetriolo quella dell’amministrazione comunale di Sala Consilina, che parla di manovra strumentale dell’ASL. Ovviamente tenore completamente diverso e soddisfazione da parte dell’amministrazione comunale di Sant’Arsenio

    “Una manovra strumentale orchestrata dai vertici dell’ASL di Salerno solo per motivi politici”. E’ questa la posizione dell’Amministrazione Comunale di Sala Consilina, espressa dal vicesindaco Domenico Cartolano, sulla vicenda che ha visto il direttore sanitario del Distretto Sanitario 72 Antonio Lucchetti firmare il 1° Aprile scorso il dispositivo che dà il via al trasferimento degli uffici amministrativi del Distretto Sanitario dall’attuale sede ubicata in Via Gramsci, a Sala Consilina, ai locali dell’ex Ospedale di Sant’Arsenio. Secondo Cartolano l’amministrazione salese aveva già ottemperato, attraverso la delibera di giunta del 16 gennaio scorso, alle richieste avanzate dal direttore Lucchetti in particolare stanziando un primo contributo di 45mila euro per il pagamento del fitto dei locali di proprietà privata, ed assicurando la disponibilità dell’ente comunale ad accollarsi il rimanente debito nei confronti dei proprietari dello stabile. Per l’amministrazione la decisione di trasferire l’ASL sarebbe una ripicca da addebitare alla guida politica riconducibile a Fratelli d’Italia dell’Asl di Salerno, con il manager Squillante in testa, considerata avversa al comune capofila del Vallo di Diano. In ogni caso l’amministrazione salese non considera chiusa la partita, e proprio ieri –attraverso un documento inviato anche al direttore dell’ASL- ha rinnovato la propria disponibilità ad accollarsi tutte le spese per mantenere gli uffici del distretto a Sala Consilina, individuando anche altri locali adiacenti all’attuale sede che potrebbero essere utilizzati per sostituire quelli per i quali l’ASL ha ricevuto lo sfratto. Cartolano sementisce categoricamente che sia in atto una guerra dei distretti sanitari tra le amministrazioni Sant’Arsenio e Sala Consilina, alimentata dall’avvicinarsi delle prossime elezioni amministrative in entrambi i comuni. A confermarlo anche il primo cittadino santarsense Nicola Pica “Personalmente non mi ricandiderò alla carica di sindaco a Sant’Arsenio –sottolinea Pica- e quindi dalla vicenda non trarrò un vantaggio politico personale. Detto questo –continua- è evidente che la decisione presa dal Direttore Sanitario del Distretto 72 Lucchetti di trasferire presso l’ex ospedale di Sant’Arsenio gli uffici amministrativi del Distretto non può che trovarmi favorevole, ed essere accolta con soddisfazione dalla nostra comunità”. Da tempo infatti la struttura dell’ex Ospedale è a disposizione dell’ASL, in attesa di una rimodulazione delle attività previste al suo interno, dopo che è stata svuotata di contenuti con il trasferimento dei reparti presso l’Ospedale di Polla. “D’altra parte –conclude il sindaco di Sant’Arsenio- la vicenda non nasce oggi, come spiegato dallo stesso Lucchetti, e Sala Consilina ha avuto tutto il tempo per trovare una soluzione alternativa per il Distretto Sanitario. Senza dare colpe a nessuno evidentemente ciò non è stato possibile, ed allora Sant’Arsenio sarà ovviamente felice di ospitare gli uffici amministrativi del Distretto, sfrattati dall’attuale sede, in una struttura pubblica”.

    Latest Posts

    spot_imgspot_img

    Da non perdere

    Resta Aggiornato

    Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sugli ultimi articoli