Attualità

Attualità

Anche quest'anno gli studenti dell'istituto Omnicomprensivo di Padula sono stati a Napoli per ricevere i riconoscimenti ottenuti per il loro impegno e per l'attenzione dedicata ai monumenti del territorio. I ragazzi della dirigente scolastica Liliana Ferzola, già in passato, erano riusciti a distinguersi nell'ambito dell'iniziativa Adotta un Monumento, rivolta alle scuole italiane per sensibilizzare i giovani verso la cura del patrimonio storico culturale di cui è ricca detentrice l'Italia. Una iniziativa che per l'anno scolastico 2018/2019, ha raccolto un numero importante di progetti presentati da 1300 scuole che operano in 450 comuni italiani da Nord a Sud.

Delle migliaia di progetti pervenuti, sono soltanto 66 le scuole che, nella giornata di ieri, hanno ricevuto le medaglie di riconoscimento, durante la cerimonia che si è svolta nella bellissima location del Teatrino di Corte di Palazzo Reale di Piazza Plebiscito. E tra queste 66 ad essere premiate tutte le classi di Padula che, lo scorso anno, hanno presentato i loro progetti. In una sala gremita da giovani ammiratori della storia e della cultura del Paese, i ragazzi che nell'anno scolastico 2018/2019 frequentavano la 3B del liceo scientifico Pisacane, sono stati premiati con la medaglia d'argento per il progetto di adozione del Battistero Paleocristiano di San Giovanni in Fonte, guidati dal docente referente Vincenzo Maria Pinto. Medaglia d'argento anche per i ragazzi che lo scorso anno frequentavano al 3A e la 3B delle scuole secondarie di Primo Grado che, guidati dalla docente e referente Carmela Pessolano e dalal responsabile dle plesso Maria Antonietta Prisco, hanno adottato la Chiesa e il convento di San Francesco a Padula, progetto premiato nella giornata di ieri a Napoli.

Il premio è stato riconosciuto per il lavoro video realizzato dagli studenti che, in 3 minuti, hanno spiegato il motivo della scelta di adozione del monumento descrivendone la bellezza ed evidenziandone le peculiarità e la volontà di recupero. I video, saranno presto visibili on line sul sito dell'Atlante Nazionale dei Monumenti dove è già inserito l'eremo di San Michele alle Grottelle di Padula, progetto vincitore della passata edizione. Diventano quindi 3 i monumenti inseriti nell'atlante grazie al lavoro attento degli studenti dell'Istituto Omnicomprensivo di Padula. Un dato che riempie d'orgoglio la dirigente scolastica Liliana Ferzola che, nell'ambito dell'istituzione scolastica è da sempre impegnata ne cercare di educare i giovani al maggiore amore e rispetto verso la propria storia raccontata attraverso monumenti di inestimabile valore culturale. Un impegno che si punta a garantire anche per i prossimi anni  

Anna Maria CAVA

Attualità

Riqualificazione del Parco Edilizio pubblico. È questoil tema di un seminario formativo organizzato in collaborazione dagli ordini salernitani degli ingegneri, degli architetti, degli agronomi forestali, dell'ordine degli ingegneri di Potenza oltre che del Collegio dei Geometri di Salerno. L'appuntamento è in programma per il 4 dicembre e si terrà a Sanza presso la sala conferenze del Centro di Educazione Ambientale in loc. Salemme. La riqualificazione del parco edilizio esistente, in particolare quello pubblico, oltre a rispondere agli obiettivi nazionali di efficienza energetica rappresenta un settore con elevate potenzialità d’investimento e di ricadute occupazionali.

Attraverso il seminario, moderato dal giornalista Lorenzo Peluso e da Francesco Pacchiano,  si punta anche a creare adeguate opportunità di confronto tra i tecnici del settore  rispetto ai diversi aspetti del tema che siano normativi, finanziari, tecnologici con particolare attenzione anche al tema dell'efficientamento energetico degli edifici. L’evento organizzato nell’ambito del progetto ES-PA mira a rafforzare le competenze di tecnici e funzionari delle pubbliche amministrazioni in tema di energia e sostenibilità, attraverso un’ampia offerta di prodotti e servizi dell’ENEA. Ad aprire i lavori alle ore 15,00 satrà uil sindaco di Sanza Vittorio Esposito per i saluti ai partecipanti, a seguire interverranno: Michele Brigante, Presidente Ordine degli Ingegneri di Salerno; Pasquale Caprio, Presidente Ordine degli Architetti di Salerno; Alberto Venosa, Presidente del Collegio dei Geometri di Salerno; Carmine Maisto, Presidente Ordine Agronomi e Forestali di Salerno; Giuseppe D’Onofrio, Presidente Ordine Ingegneri di Potenza.

Il seminario entrerà pi nel vivo con le relazioni di Mauro Marani che parlerà di Pubbliche Amministrazioni locali, Francesco Pacchiano che interverrà sul tela di Efficienza Energetica: spunti e strategie di comunicazione, quindi Salvatore Tamburrino per Linee guida per le diagnosi energetiche degli edifici pubblici, Francesca Margiotta su Soluzioni progettuali per interventi di efficientamento energetico sugli edifici, Pino Telesca che relazionerà su Tecnologie per l’efficienza energetica sugli impianti, Maurizio Matera su Strumenti a sostegno dei Piani d’azione per l’Energia Sostenibile e Antonio Di Micco che interverrà sugli incentivi per la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente. Le conclusioni saranno affidate all’On. Piero De Luca, componente Commissione Politiche Europee.

Anna Maria CAVA

Attualità

Ad Atena Lucana dal 1 dicembre sarà possibile entrare nel meraviglioso mondo di Babbo Natale. Il Gran Teatro Paladianflex, sarà infatti trasformato nel villaggio di Babbo Natale a partire dal 1° dicembre e fino al 22 dicembre con l'evento promosso da Tappeto Volante dal titolo La magia di Babbo Natale nel Vallo di Diano.

L'iniziativa sarà presentata lunedì prossimo, 18 novembre alle ore 11,00, presso la sala consiliare del comune di Atena Lucana nel corso del quale sarà illustrato in dettaglio quali saranno le caratteristiche più suggestivi e di interesse del Christams Village dove magia, fantasia e divertimento saranno i principali ingredienti. L'inizaitva, oltre a voler regalare giornata di sano divertimento e tanta serentià in vista delle festività natalizie, sarà anche opportunità lavorativa visto la imponente macchina organizzativa richiesta che vedrà impegnate tantissime persone per lavori di maestranze, a cui si aggiungono poi attori, artisti, ed elfi che trasformeranno il Gran Teatro Paladianflex nel paese di Babbo Natale.

Alla presentazione in conferenza stampa delle'evento ci sarà il sindaco di Atena Lucana Luigi Vertucci. La kermesse sarà realizzata seguendo quattro ambientazioni tematiche. Ad impreziosire l'evento I Mercatini di Natale, che saranno allestiti in una tendostruttura collegata al Christams Village.

Previsti inoltre attività laboratoriali con il Laboratorio del giocattolo dove gli elfi aiuteranno i bambini a costruire un piccolo giocattolo da portare a casa; il Laboratorio del riciclo, dove Babbo Natale insegnerà ai bambini come riciclare al fine di sensibilizzare sul tema della tutela dell'ambiente; e ancora l’Albero dei desideri: dove i bimbi potranno incontrare il raccontastorie, che narrerà la vera storia di babbo Natale, dei suoi elfi, delle sue renne e scrivere tutti i sogni ed i desideri da realizzare sul bigliettino dei sogni per, poi, assieme agli elfi appenderlo all’albero più magico di sempre.

Durante la manifestazione sarà possibile poi entrare nella casa di Babbo Natale e scattare una foto assieme a lui.

Anna Maria CAVA

Attualità

Continuano a verificarsi episodi spiacevoli legati al fenomeno degli animali vaganti a Monte San Giacomo. Una realtà montana fatta soprattutto di piccoli coltivatori e allevatori, portatori di interessi che sembrano inconciliabili.

Bovini ed equini si spostano, di notte e di giorno, in modo incontrollato. Distruggono e divorano tutto ciò che trovano sul loro cammino. Abbattono recinzioni. Occupano le strade comunali e, soprattutto di notte, minacciano l’incolumità degli automobilisti creando un serio problema di ordine pubblico.

E succede da anni. Proprio non si riesce a ristabilire la legalità. Un rimedio al pascolo abusivo sembrava essere arrivato nel 2017 con l’adozione di un nuovo regolamento per la concessione della fida pascolo. Si rivelò troppo rigido tanto che gli allevatori ebbero difficoltà ad ottenere le autorizzazioni. Impugnato dinanzi al TAR, il Comune fu costretto a modificarlo.

Poi una serie di iniziative che si sono rivelate solo dei pannicelli caldi. Non ci sono infatti avvisi pubblici, inviti a ottemperare alle prescrizioni, incontri con i cittadini, accordi con altri Comuni che tengano. Occorre altro, una strategia incisiva. Almeno è quanto chiedono i cittadini che si sono anche attivati con una raccolta firme per sollecitare azioni più efficaci. Intanto, per ora, stanno fotografando e filmando tutto per documentare i soprusi di cui sono vittime, lesi nel loro diritto di proprietà.

Dopo anni di ingiustizie e prepotenze, non si sentono tutelati a causa di leggi inefficaci che portano a procedimenti lenti e risarcimenti irrisori oltre che, nel caso degli agricoltori, all’impossibilità di proteggere in alcuni casi i propri campi con recinzioni trovandosi nel bel mezzo dell’Area Protetta.

 

Rosa ROMANO

 

 

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.