Attualità

Attualità

Carenze igienico-sanitarie e strutturali per la scuola di Trinità di Sala Consilina e la questione mensa per l’asilo nido resta i principali campi di battaglia per l’Associazione “I nostri figli”. Il vice presidente dell’Associazione, Loredana Mariniello fa il punto della situazione e annuncia la proposta dell’associazione per risolvere il problema della scuola di Trinità oltre che in merito al servizio di mensa. Tuttavia, dall’amministrazione comunale di Sala Consilina ancora nessuna risposta. 

Attualità

Continua la guerra tra poveri. Ormai ci stiamo facendo l’abitudine e soprattutto arriveremo al punto che non ci daremo poi così tanto peso. La frammentazione politica è soltanto la punta di iceberg di una frammentazione culturale che porta ogni singolo paese a ragionare in un’ottica personale partendo dall’assunto: “Io sono il più forte e tu non mi fai paura”. Ad agosto, nel periodo clou dell’estate, poi questo assunto si manifesta con maggiore fermezza considerando il calendario degli eventi in tutto il Vallo di Diano che evidenzia un accavallamento di date con eventi che si sovrappongono e si svolgono a paesi distanti tra loro un battito di ciglia. Prendiamo ad esempio dal 31 luglio al 2 agosto e facendo un po’ un giro sul web c’è un imbarazzo della scelta su dove andare con il rischio di perdersi qualcosa di bello e importante e anche di un certo valore storico (vista l’importanza della manifestazione). Giorno 31 luglio, venerdì a Polla apre la III edizione de “R…estate ragazzi” evento organizzato dall’Associazione “I ragazzi del Ponte”, la stessa sera a San Pietro al Tanagro scatta la II edizione de “La Notte dei Mulini”, ancora più a sud a Sala Consilina si taglia il nastro alla XXII edizione de “Arti e Mestieri”. La sovrapposizione si avrà 31 e 1 agosto per Polla, San Pietro e Sala Consilina. Il giorno 2 agosto, invece, “La notte dei Mulini” si è conclusa ma siccome devono essere almeno tre gli eventi che si accavallano contemporaneamente all’ultima serata de “R…estate ragazzi” a Polla e di “Arte e Mestieri” a Sala Consilina, apre l’estate di eventi anche Padula con “Luci alla Ribalta” e il concerto del rapper Clementino. Da questo abbiamo escluso tutte le altre feste e sagre di paese che rendono la sovrapposizione di eventi un labirinto immenso in cui districarsi. Ovviamente tutto questo a cosa porta? Niente è ovvio. Ma soltanto a soddisfare il semplice piacere personale di organizzare qualcosa. Sarebbe, invece, più opportuno, anche per favorire il turismo gastronomico, culturale e ambientale fare in modo che tra i vari comuni del territorio si crei un percorso integrato, unitario e condiviso di eventi che eviti le sovrapposizioni che recano soltanto danni e nessun vantaggio. Ma è troppo difficile partire dalle bellezze artistiche, paesaggistiche e culturali del nostro territorio, stabilire un calendario di eventi condiviso, è generare una nuova forma di turismo alternativa alla mare e alle montagne. Siamo certi che una cosa del genere non si realizzerà mai per il semplice fatto che tutto si basa dal presupposto “Io sono il più forte e tu non mi fai paura” e anche quest’anno avremo un vallo di eventi senza criterio, improduttivo e inutile che non genera altro che soddisfazione momentanea e spreco di denaro che non ha ripercussioni future sull’economia del territorio. Di questo non possiamo meravigliarci perché se non si trova un accordo condiviso per quanto riguarda questioni più importanti, vedi sanità, tribunale, come si può creare un calendario condiviso di eventi. E a breve di questa guerra tra poveri non resterà da sparirsi neanche le briciole. 

 

Attualità

Il Movimento Cinque Stelle Vallo di Diano rappresentato da Antonio Gallo ha protocollato al Comune di Sala Consilina una soluzione per agevolare i nuclei familiari in difficoltà economica che in questo periodo devono far fronte ai pagamenti della Tari e alle tasse comunali. “Così come avevamo già proposto in campagna elettorale ed ora trova riscontro nell’art. 24 della legge statale 164/2014, - si legge nella nota - una buona opportunità sia per i cittadini in difficoltà che per l’ente locale è: il da noi chiamato Baratto Amministrativo che nella legge trova il nome di: “Misure di agevolazione della partecipazione delle comunità locali in materia di tutela e valorizzazione del territorio” “La mozione – prosegue la nota - mira ad offrire a quei cittadini che non riescono a pagare le imposte, l’opportunità di poter svolgere lavori di manutenzione urbana. Il provvedimento prevede la possibilità di deliberare riduzioni o esenzioni di tributi a fronte di interventi per la riqualificazione del territorio, da parte di cittadini singoli o associati, quali: “la pulizia, la manutenzione, l'abbellimento di aree verdi, piazze, strade ovvero interventi di decoro urbano, di recupero e riuso, con finalità di interesse generale, di aree e beni immobili inutilizzati e in genere la valorizzazione di una limitata zona del territorio urbano o extraurbano”. Il provvedimento, già approvato all’unanimità in diversi comuni, - continua il comunicato - è un’opportunità valida anche al fine della valorizzazione della persona e delle sue capacità, con effetti positivi sul piano psicologico. Il Comune di Sala Consilina – secondo quanto riportato dal comunicato dei pentastellati - ne otterrebbe un doppio vantaggio: i contribuenti in difficoltà potrebbero assolvere ai propri doveri ed il Comune usufruire di questa forza lavoro, il tutto in un periodo in cui scarseggiano risorse, le assunzioni sono bloccate ed i risparmi e tagli nella gestione amministrativa rendono determinate attività di difficile soddisfacimento. Altri Comuni italiani stanno predisponendo le attività di “baratto amministrativo” consentendo, così, di pagare il dovuto in ore e per attività a favore della Comunità. Il sistema di calcolo del valore economico delle ore di lavoro svolte potrà essere attuato in funzione del tipo di incarico e del costo orario del dipendente pubblico impegnato nella medesima mansione”. La nota si chiude con la richiesta di “un tavolo tecnico con L’Amministrazione Comunale, consiglieri di maggioranza ed opposizione, associazioni, comitati civici e singoli cittadini al fine di valutare la fattibilità e di poter realizzare insieme un giusto regolamento”. 

Attualità

Con una nota stampa a firma del segretario provinciale della UIL FPL, Lorenzo Conte si evidenzia la situazione drammatica delle operatrici delle cooperative sociali del Piano di Zona di Sala Consilina, le quali continuano a lavorare senza essere pagate, con ritardi prossimi a quasi due anni, svolgendo un servizio essenziale per la vita quotidiana delle fasce deboli della popolazione del Vallo di Diano nonostante diversi mesi fa’ i primi cittadini dei comuni afferenti al Piano di Zona avessero preso l’impegno a liquidare le quote di propria competenza. Il sindaco, inoltre, dopo aver espresso soddisfazione dell’ulteriore finanziamento del fondo della disabilità da parte del governatore della Regione Campania on.le Vincenzo De Luca, invita lo stesso governatore “ad attivarsi presso le strutture regionali competenti a liquidare al Piano di Zona di Sala Consilina le somme dovute”. Le lavoratrici delle cooperative sociali del Piano di Zona di Sala Consilina hanno diritto a vivere dignitosamente, perché lavorano con dedizione e sono sottoposte a enormi sacrifici per continuare ad assicurare servizi indispensabili, sono diventate anch’esse persone con “disagio sociale”.

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.