Attualità

Attualità

Una sentenza storica nella continua battaglia contro le cartelle esattoriali di Equitalia. Infatti, la Commissione Tributaria Regionale ha ordinato l’annullamento delle Cartelle, circa una decina, per la mancata prova della notifica. I giudici salernitani ribaltano così la sentenza di primo grado. Un contribuente, tramite il suo avvocato, aveva chiesto la declaratoria di nullità degli atti di Equitalia per omessa notifica degli atti impositivi e delle relative cartelle di pagamento, prescrizione e decadenza del diritto, nullità della relativa notifica. In Primo grado i giudici hanno ritenuti correttamente notificate le cartelle di pagamento. Contro la sentenza di primo grado, il contribuente ha proposto appello lamentando la falsa interpretazione dei primi giudici circa la regolarità della notifica delle cartelle non provata dall’ente riscossore, dal momento che Equitalia ha prodotto in giudizio solo delle fotocopie di relazioni di notifica collegate non alle cartelle presupposte quali notificate bensì ad estratti di ruolo, documenti interni dell’esattore. Le eccezioni sono state accolte dai Giudici Tributari di Appello. Il collegio ha rilevato in tema di dimostrazione della notificazione delle cartelle di pagamento (e di tutti gli atti impositivi) che « la dimostrazione della notificazione di un atto può essere data soltanto con il deposito dell’originale dell’atto completo della relazione di notificazione. Dove la relazione di notificazione sia separata dall’atto, è necessario fornire la prova del collegamento tra la notificazione e l’atto. Insomma non è possibile separare l’atto dalla sua notificazione e considerarli separatamente. 

Attualità

I piccoli alunni delle classi 4 e 5 elementare dell'Istituto Falcone di Sassano sono ogni giorno a Expo 2015 grazie ad un video realizzato per presentare il loro raccolto. Un video realizzato dai bambini che presentano alcuni dei prodotti che la terra può offrire. Il progetto che li vede protagonisti Orto in Progress ideato dall'Associazione EcoGaia, ha anche realizzato un video che è stato accettato per la proiezione all'interno del Padiglione Zero, il primo e forse più importante padiglione presente a Expo 2015 che introduce alla visita del sito espositivo, dove si può entrare in contatto con gli obiettivi e le motivazioni che spingono verso al realizzazione della mostra universale dedicata all'alimentazione. Expo 2015, infatti, attraverso il suo tema Nutrire il Pineta, Energia per la Vita, vuole prevalentemente porre l'attenzione sui prodotti che è possibile ricavare dalla terra. I piccoli alunni dell'Istituto Comprensivo di Sassano, con il loro lavoro che già da diverso tempo stanno portando avanti con attenzione, grazie anche all'aiuto dei membri dell'associazione Eco gaia, in primis di Ottavio Romanelli con l'assistenza tecnica dell'esperto Michele D'Alessio, spiega perfettamente l'importanza della terra per l'alimentazione mondiale. Per tale ragione è stato realizzato il video che ripropone i bambini, il futuro, con tra le mani i prodotti agricoli frutto della terra e del loro lavoro. Il video realizzato da Eco Gaia per il progetto Orto in Progress, oltre ad essere in proiezione nel Padiglione Zero è anche pubblicato sul sito di Expo 2015 nella sezione Shortfoodmovie 

Attualità

Flipped Classroom - in italiano classe rovesciata approda al Pomponio Leto di Teggiano. A pochi giorni dall'inizio delle lezioni, l'istituto scolastico e il dirigente scolastico Rocco Colombo accoglieranno domani Maurizio Maglione che, insieme a Fabio Biscaro hanno ideato una nuova metodologia didattica della classe capovolta. La teoria degli autori del libro "La classe Capovolta: innovare la didattica con flipped classroom", consiste nell'invertire i luoghi che sono solitamente frequentati dai ragazzi per i loro studi cioè la scuola per l'insegnamento e per seguire le lezioni e la propria casa per svolgere i compiti assegnati e studiare. Secondo Maurizio Maglione e il coautore, non vi è un'adeguata motivazione che imponga l'edificio scolastico come il più appropriato per l'insegnamento e l'apprendimento rispetto alla propria abitazione e, la propria casa più adatta rispetto all'istituto scolastico per lo studio e lo svolgimento dei compiti assegnati dagli insegnanti. Ecco quindi che i due luoghi vengono invertiti: la lezione si segue a casa e si studia a scuola. Un sistema del tutto innovativo per ciò che concerne la didattica e che vede il Pomponio Leto primo istituto scolastico della provincia salernitana o addirittura regionale ad adottare questa nuova metodologia di insegnamento in via del tutto sperimentale. Domani pomeriggio alla presenza dell'insegnante Maurizio Maglione sarà illustrato e provato questo nuovo metodo didattico «L’insegnamento capovolto - come ha avuto modo di spiegare lo stesso Maglione - nasce dal fatto che i vecchi sistemi non funzionano più, i risultati sono inferiori alle aspettative, la formazione dei giovani non corrisponde alle esigenze delle aziende». Si parte quindi già alal grande all'istituto Pomponio Leto a Teggiano dove il dirigente scolastico Rococ Colombo ha da subito avviato attività e iniziative che rendono la scuola innovativa e che, in più, migliorano le capacità di apprendimento dei ragazzi in modo da garantire una formazione il più possibile adeguata e conforme alle necessità richieste nel mondo in generale e sul lavoro in particolare. “Il nostro compito- ha riferito il Dirigente scolastico di Teggiano Rocco Colombo- è quello di confrontarci con le nuove tendenze pedagogiche e didattiche, al fine di riuscire ad avere con gli studenti che frequentano il nostro istituto un approccio più moderno e più funzionale alle loro legittime esigenze. Attraverso lo studio di questi nuovi percorsi è lo studente che diventa il protagonista reale all’interno della sua classe mentre il docente svolge  un ruolo che è ancora più importante rispetto a quello che svolgeva in passato, il ruolo, cioè,  di mediatore e di facilitatore, utilizzando tutte le tecnologie informatiche e comunicative”. 

Attualità

La Banca Monte Pruno applica il Rating di Legalità per le Imprese, un nuovo strumento che consente alle imprese che dimostrino di operare nel rispetto delle regole e della legalità, agevolazioni nei finanziamenti. Il Rating di legalità è stato istituito in Italia nel 2012 al fine di promuovere tra le imprese e nelle pubbliche amministrazioni il rispetto dei principi etici. Attraverso il riconoscimento delle stelline dei rating che vanno da 1 a 3 e che vengono attribuite dall'AGCM Autorità garante della Concorrenza e del Mercato, è possibile ottenere particolari agevolazioni al momento della richiesta di finanziamenti. Le imprese virtuose, infatti possono beneficiare di migliori condizioni di accesso al credito bancario, riuscendo ad ottenere una riduzione dei tempi e dei costi per la concessione dei finanziamenti. La Banca Monte Pruno, rispondendo alla normativa e cercando di venire incontro alle imprese del territorio che sono particolarmente sensibili ai temi della legalità e del rispetto dei principi etici, punta la sua attenzione sulla normativa che regola il Rating di legalità incentivando verso il rilascio di tale certificazione anche per dare un maggior sostegno alla propria clientela ed in particolare alle imprese del territorio, che dimostrano di essere in possesso di elevati standard di sicurezza offrendo nel tempo garanzie di trasparenza e correttezza nell'attività imprenditoriale svolta. Per ottenere il riconoscimento del rating di legalità, è necessario presentare regolare domanda attraverso il sito dell'autorità garante. La Banca Monte Pruno, in ogni caso, è a disposizione per offrire tutte le informazioni necessarie in tal senso. L'ottenimento del riconoscimento è valevole 2 anni ed è rinnovabile nel tempo come può essere revocato qualora vengano a crearsi condizioni che siano in contrasto con i requisiti richiesti. Resta  impregiudicato il potere della Banca di erogare credito ad un’azienda in possesso del rating di legalità; mentre, eventuali condizioni favorevoli verranno meno se all’azienda viene revocato il rating di legalità concesso. Anche i clienti dell'istituto di credito diretto da Michele Albanese potranno, attraverso l’utilizzo di questo strumento ottenere facilitazione in termini di condizioni economiche e nella tempistica relativa all’iter istruttorio. 

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.