Attualità

Attualità

Era attesa per ieri dall'On. Tino Iannuzzi la risposta in commissione lavoro per il rifinanziamento dell'Autoimpiego e dell'autoimprenditorialità, misure che negli anni, come aveva avuto modo di sottolineare lo stesso On. Iannuzzi, avevano creato nel tempo lavoro vero ed economia vera per i territorio. Numerose attività avevano visto la nascita grazie ai fondi riconosciti da Invitali e che oggi sono venuti a mancare senza la possibilità di un rifinanziamento da parte del Governo. Su questa iniziativa, vista anche l'importanza che rivestono oggi i fondi ancor più per il sud che vede imprese chiudere ed economia svanire, si è battuto con forza e continua a battersi proprio l'On Iannuzzi che attendeva per oggi la risposta alla sua interrogazione parlamentare per capire cosa il governo Renzi intendesse fare per dare il via al rifinanziamento dei progetti di Autoimpiego e Autoimprenditorialità. Più volte sollecitato il Minsitro del Lavoro Giuliano Poletti aveva annunciato una risposta entro la giornata di ieri 10 settembre in commissione lavoro e attività produttive. E' invece giunto il rinvio dallo stesso Ministro che ha aannunciato una risposta scritta all'interrogazione. Tale decisione non sembra sia stata particolarmente apprezzata dall'On. Iannuzzi che chiede invece risposta in commissione in modo da poter avere diritto di replica alle argomentazioni che saranno presentate in risposta alla richiesta di rifinanziamento dell'iniziativa, cosa che, in caso di risposta scritta, sarebbe impossibile per ovvie ragioni. L'On Iannuzzi comunque non si ferma e continua nella sua battaglia annunciando che chiederà con forza la risposta in commissione. Si spera nell'utilizzo di parte dei fondi destinati al Jobs act per far fronte alla necessità economica per il rifinanziamento. Un'ipotesi che sembra difficile da realizzare per la poca volontà da parte del governo di utilizzare tali fondi per misure diverse da quelle previste anche se meno utili allo sviluppo e alla riduzione del tasso di disoccupazione. Ad essere impegnati in questa battaglia ormai da diversi mesi Valentino Tarateta, commercialista che ha da sempre sostenuto l'importanza dei progetti e dei finanziamenti elargiti attraverso Invitalia e che hanno permesso a tantissimi giovani e donne di dare inizio ad attività imprenditoriali e che, di conseguenza, hanno creato nuovi posti di lavoro. Tutte imprese che sono tuttora attive sul mercato facendo registrare anche buoni risultati economici

Attualità

altalt

Questa mattina il Presidente dell’Osservatorio Europeo del Paesaggio di Arco Latino, Avv. Angelo Paladino, è stato ospite in Vaticano in udienza privata con Papa Francesco, accolto insieme alla delegazione che ha partecipato al Meeting Internazionale “Giustizia Ambientale e Cambiamenti Climatici”. L’Osservatorio Europeo del Paesaggio di Arco Latino partecipa in qualità di socio fondatore della Fondazione Sviluppo Sostenibile Italia, presieduta dall’ex Ministro On. Edo Ronchi.

Attualità

alt

E' stata convocata per lunedì 14 settembre presso il Centro di Biodiversità di Vallo della Lucania l'assemblea della Comunità del parco. Unico argomento all'ordine del giorno "Emergenza Cinghiali: proposte". L'assemblea si terrà in prima convocazione alle ore 16,00 e, in assenza del numero legale, alle 17, 00 in seconda convocazione. L'emergenza Cinghiali è una vicenda che vede in prima linea soprattutto i sindaci dei Comuni degli Alburni in particolare il Sindaco di Ottati, Eduardo Doddato che da mesi ormai lamenta la presenza dei suinidi nel centro abitato e nelle vicinanze delle abitazioni o dei bar. Dopo la tragedia di Cefalù il pugno duro dei Doddato aveva spinta anche il prefetto di Salerno ad interessarsi della problematica. Ora arriverà come promesso, sul tavolo della discussione della comunità del parco lunedì 14 settembre

Attualità

Papa Francesco ha emanato nuove regole per il diritto canonico ed in particolare in merito all'annullamento del matrimonio. Regole che non venivano modificate da circa 300 anni. Diverse le novità che consentiranno alle coppie in possesso dei requisiti idonei, di ottenere l'annullamento del proprio matrimonio in tempi certi e con un minor aggravio di spese. Nel video-servizio l'intervista a Don Giuseppe Puppo, diacono della Cattedrale di Santa Maria Maggiore a Teggiano che spiega cosa cambia ma che sottolinea anche che ciò non significa annullare con maggiore semplicità i matrimonio celebrati con rito religioso, che mantengono invariata la loro sacralità e indissolubilità. 

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.