Attualità

Nel 2017 Salerno ha speso ben 177 milioni di euro per la “bolletta” online. Scommettitori incalliti è quanto emerge da un'elaborazione dei dati dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli compiuta dall'Agimeg, l'Agenzia sul mercato del gioco. Un dato che colloca Salerno tra le prime sei città italiane per denaro speso in scommesse sportive. Al primo posto Napoli con 677,4 milioni poi Roma con 385, Milano con 218.4 a completare il podio. Poi Salerno con i suoi 177 milioni che precede Bari 160, Caserta 142,5 mln e Torino 136 mln. Come si legge sull’edizione odierna de “Il Mattino” “in Italia, lo scorso anno, la raccolta delle scommesse sportive giocate in agenzia è stata di oltre quattro miliardi di euro. Di questi, circa tre e mezzo sono tornati in vincita ai giocatori. La spesa effettiva degli italiani, dunque, è di oltre settecentottanta milioni di euro. La crescita, secondo gli esperti, beneficia dei risultati record del mese di dicembre grazie ai due turni del campionato di calcio della massima serie disputati durante le feste natalizie”. Scommesse sul calcio la fanno da padrone con il 75% del totale anche se in forte diminuzione se si pensa che dieci anni lo sport più amato dagli italiani raccoglieva il 92% delle scommesse. Ma il dato che emerge è la crescita costante della “bolletta online”. “Da un anno all'altro, la spesa per le scommesse online degli italiani è aumentata di oltre duecento milioni di euro”. Analizzando il comportamento dei salernitani questi “per lo più, effettuano scommesse su tre piattaforme online che, allo stesso tempo, sono quelle che fanno registrare gli aumenti più alti per giro d'affari. Oltre al calcio, il tennis, il basket e il volley, una fetta di mercato considerevole è rappresentata dall'ippica a quota fissa”. 

Giuseppe Opromolla

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.