Attualità

L'ospedale Luigi Curto di Polla grazie alla Banca Monte Pruno può vantare la presenza di nuovi lettini di ultima generazione per pazienti ictati e televisori istallati nelle camere dei pazienti. Il direttore generale dell'istituto di credito ha infatti voluto donare le apparecchiature e suppellettili al presidio ospedaliero a dimostrazione della sua attenzione per le comunità locali. A beneficiare della donazione i reparti di Neurologia e urologia, aggiungendo così un ulteriore tassello per migliorare il servizio sanitario dopo la realizzazione della nuova cappella che, come annunciato dal direttore dell'Ospedale Luigi Mandia a breve sarà inaugurata 

Questa mattina il direttore generale della Banca Monte Pruno Michele Albanese accompagnato dal responsabile della segreteria della direzione generale Antonio Mastrandrea, alla presenza anche del sindaco di Polla Rocco Giuliano ha visitato i reparti, sottolineando come, così come sempre fatto, punta ad essere vicino al territorio cercando di recepire le necessità e reinvestire in esse quanto ricevuto dal territorio. Il servizio sanitario resta tra i settori maggiormente attenzionati 

A beneficiare del dono il reparto di urologia che ha ricevuto 7 televisori a led 24 pollici a disposizione dei degenti per trascorrere il periodo di ricovero distraendosi. Fondamentale poi la donazione della Banca Monte Pruno per il reparto di neurologia del Dott. Pietro Greco con l'istallazione di due lettini per pazienti colpiti da ictus multiposizione e due monitor multiparametrici capaci di misurare e controllare i parametri vitali del paziente ricoverato. Un dono di grande rilevanza se si pensa che in Italia l'ictus è la terza causa di morte e, nel Vallo di Diano, sono numerosi i casi di Ictus che si registrano ogni anno e per i quali ricorrono alle cure presso l'ospedale di Polla che si sta rivelando un'eccellenza

Anna Maria CAVA

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.