Attualità

Erano entusiasti i bambini delle classi quarta e quinta del Plesso di Prato Perillo dell’Istituto Comprensivo di Teggiano che ieri mattina hanno partecipato alla giornata di sensibilizzazione Acqua si ma Plastic Free, promossa da Consac, Parco del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e da Legambiente Campania. Una mattinata nel corso della quale i bambini hanno ricevuto le borracce in alluminio per limitare l’utilizzo della plastica monouso. La presidente di Legambiente Campania, Mariateresa Imparato, ha parlato agli alunni dell’importanza dei piccoli gesti quotidiani che ognuno di noi può fare per tutelare l’ambiente, e ha ricordato la storia di Greta Thunberg, l’attivista svedese per lo sviluppo sostenibile e contro il cambiamento climatico, di cui si è tanto parlato in questi giorni in occasione della manifestazione globale sul clima.

Il direttore del Parco nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni, Romano Gregorio, si è soffermato sull’importanza di ridurre in maniera considerevole l’uso della plastica per tutelare l’ambiente marino e i pesci che spesso mangiano le microplastiche presenti in mare, ricordando anche la recente visita in Svezia per la firma del protocollo d’intesa con il Parco delle Balene

Una lezione sul ciclo integrato delle acque e dunque su come l’acqua dalle sorgenti arriva nelle nostre case, è stato invece l’argomento principale dell’intervento della responsabile del progetto Maria Rosaria Pirfo di Consac Gestioni idriche, la quale ha ribadito più volte che l’acqua che sgorga dal rubinetto è potabile, è controllata e può essere bevuta al posto di quella imbottigliata in contenitori di plastica che poi devono essere gettati via, dopo un solo utilizzo, causando anche un danno all’ambiente.

 

Antonella D'ALTO

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.