Attualità

Per la Coldiretti Campania sono 4558 i progetti fermi, finanziati da Fondi Europei, e oltre la metà è richiesta da giovani. “Le misure cardine del PSR, con ben 4.558 progetti tra ammodernamenti strutturali e insediamenti di giovani agricoltori, giacciono drammaticamente senza risposte negli uffici dell’Assessorato regionale. La nostra pazienza è finita”. Così Gennarino Masiello, vicepresidente nazionale Coldiretti e presidente Coldiretti Campania, nel documento inviato al presidente della Giunta Regionale della Campania, Vincenzo De Luca.

A distanza di oltre 8 mesi dalla loro presentazione – scrivono il presidente Masiello e il direttore Loffreda nella missiva – risultano incagliate due misure chiave del PSR 14/20: gli ammodernamenti strutturali nelle aziende agricole e l’insediamento dei giovani agricoltori. La dimensione dei ritardi – sottolineano i vertici regionali di Coldiretti – va sommata anche all’assenza di iniziative per trovare la copertura finanziaria per i progetti selezionati ma non finanziabili per carenza di risorse. Coldiretti Campania stima che le risorse messe a bando consentiranno di finanziare circa il 10% dei progetti presentati, considerando che la media del valore dei 4558 progetti supera i 200 mila euro.

Le preoccupazioni della nostra Organizzazione - prosegue Coldiretti Campania - sono aggravate dalla recente circolare emanata dall'Assessorato, che fissa al 31 maggio il termine entro cui concludere l'istruttoria dei progetti. "Siamo stanchi di aspettare risposte che non arrivano - conclude il presidente Masiello -. Non possiamo deludere le aspettative delle migliaia di giovani che sono tornati con fiducia ad investire il proprio futuro in agricoltura".

Antonella D'ALTO

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.