Attualità

Dalla “smorfia” al gioco online: Campania prima nel gioco d’azzardo digitale

 

Se si dovessero descrivere gli elementi della tradizione campana, ci sarebbero sicuramente da annoverare il cibo, le bellezze naturalistiche, le opere d’arte, la passione calcistica e la smorfia napoletana. Dai numeri del “libro dei sogni” alle applicazioni digitali per giocare e scommettere, il passaggio è stato alquanto rapido e il popolo campano, creativo per natura, ha saputo traslare la passione per le carte, la cabala e la smorfia anche in rete.

gioco on line 1

Fonte: Pexels

Cos’è la smorfia?

La smorfia non è altro che un “dizionario” in cui a ciascuna situazione, persona, evento o elemento corrisponde un numero su cui puntare al gioco del Lotto. In Campania, il gioco e la scommessa sono parte integrante della cultura e la smorfia, tipica della città di Napoli, ha da sempre fatto da sfondo a quest’intrattenimento. Ad onor del vero, esistono vari tipi di smorfie nella regione campana, a seconda della città o del paese in cui si gioca. L’etimologia della parola deriva, molto probabilmente, dal nome del dio del sonno nell’antica Grecia Morfeo: solitamente si usava giocare e quindi tradurre in numeri le situazioni e le cose venute alla mente in sogno. Celebre è la commedia di Eduardo De Filippo “Non ti pago” in cui i numeri vincenti 1, 2, 3 e 4 vengono dati in sogno dal padre di Ferdinando Quagliuolo al futuro cognato e, secondo la più classica commedia degli equivoci, questa situazione attiverà una serie di circostanze divertenti e riflessioni. La tradizione secolare del gioco in Campania non poteva rimanere impassibile al fenomeno che ha visto lo spostamento di tutti i giochi da casinò e di costume in rete, come finanche giochi di carte come la scopa e la briscola, grazie alla digitalizzazione massiccia che si è avuta negli ultimi 20 anni. 

gioco on line 2 ok

Fonte: Pexels

Dal Lotto ai casinò online 

Secondo i dati forniti da Agimeg, la spesa legata al gioco d’azzardo online in Campania è un’attività che rappresenta un business di oltre un miliardo di euro se si vanno a analizzare soltanto i primi mesi del 2020. Ai campani piacciono particolarmente i giochi di carte, questi fanno parte della cultura della regione del Vesuvio e la possibilità di ritrovarli anche online su dispositivi mobili, pc e tablet ha sicuramente avvantaggiato questo tipo di intrattenimento. Secondo un recente studio, i giocatori in Italia sono cresciuti del 18% e la Campania si trova sul podio per ciò che concerne questa dinamica assieme alla Sicilia e al Lazio, subito dietro Lombardia e Marche. Il profilo dei giocatori campani è prevalentemente maschile e giovane: gli uomini rappresentano il 62% del totale e  la media d’età è sotto i 45 anni, dato spiegabile con il fatto che la digitalizzazione ha toccato sicuramente di più le fasce giovani. In calo giochi come il Lotto e l’ippica, due capisaldi del gioco in Campania, che sono stati rimpiazzati con sempre maggiore insistenza da app su dispositivi mobili e addirittura dalle scommesse sugli eSport, nuovo fenomeno che spopola non soltanto fra i più giovani. Indubbiamente il settore del gioco online ha aperto un indotto non indifferente anche nel mercato del lavoro. I primi sei mesi del 2020 hanno dimostrato che il gioco online è stato uno di quegli ambiti economici che non ha subito flessioni insieme alle attività di consulenza e, riassumendo, tutto ciò che non comporta una presenza fisica. 

Il fascino di tutto questo processo risiede proprio nel passaggio dalla tradizione alla digitalizzazione mantenendo una connotazione molto popolare. Non è raro infatti vedere nelle strade del capoluogo campano giovani e anziani colloquiare con fare di intesa e darsi vicendevoli consigli e scambiandosi aneddoti relativi alla tradizione della smorfia, ai numeri da giocare e quale applicazione utilizzare per divertirsi.

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.