Attualità

Una crudeltà umana che non ha ragione di essere. Questa mattina in località Caiazzano di Sassano il terribile ritrovamento di circa 15 cani tra grandi e cuccioli appena nati morti a seguito, pare, avvelenamento. Il drammatico ritrovamento è avvenuto nella mattinata da parte di Enza Molinaro, la donna che si stava prendendo cura di loro, nonostante fossero dei cani randagi e abbandonati a se stessi. Secondo quanto raccontato dalla Signora, pare che da diverse settimane si occupava dei cani che si aggiravano intorno alla sua abitazione sin dal momento della prossima nascita dei cuccioli. Da allora la donna aveva attivato tutte le procedure di segnalazione rivolgendosi alle forze dell'ordine ed anche a referenti istituzionali compresa l'amministrazione comunale.

Segnalazioni rivolta a chiedere che, chi di competenza, potesse prendere provvedimenti al fine di tutelarli. Dopo la nascita dei piccoli, dal canile convenzionato sono arrivati per effettuare le vaccinazioni e sverminazioni assicurando che presto sarebbero tornati a prenderli. Nulla di tutto ciò è stato fatto mentre la Sig.ra Enza continuava a prendersene cura personalmente garantendo loro cibo sufficiente ed acqua sin dalla mattina alle 6,00 quando provvedeva a distribuire la razione di croccantini. La donna aveva più volte manifestato preoccupazione per la sorte dei cani nonostante i piccoli si fossero dimostrati dal carattere docile tranquillo e per nulla fastidiosi. Ciò però non ha impedito che la cattiveria dell'essere umano potesse prendere il sopravvento e scagliarsi con tanta ferocia verso 15 cani indifesi ed assolutamente innocui.

Questa mattina la terribile scoperta della Sig.ra Enza profondamente sconvolta per l'accaduto che poteva essere evitato. Pare infatti che, nonostante le tante richieste di aiuto e la disponibilità a collaborare nella tutela dei cani e nella attività di cura, dagli enti competenti nulla è stato fatto. Eppure pare che l'amministrazione comunale, partendo dal primo cittadino, fosse stata informata della situazione. Infatti era stato richiesto più volte dalla Sig.ra di trovare un posto sicure per i cani ed i cuccioli dove potessero essere accuditi e protetti. Una richiesta pare rimasta inascoltata portando al tragico epilogo di questa mattina.

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.