Attualità

Apertura scuola a scaglioni nel Vallo di Diano come in tutta la Campania. A poche ore dall'inizio ufficiale del nuovo anno scolastico 2020/2021, continuano ad arrivare ordinanze che rinviano il suono della campanella.

A Sant'Arsenio è di poche ore fa l'atto a firma del primo cittadino che annuncia il rinvio dell'inizio delle lezioni al prossimo 1 ottobre per la sola scuola secondaria di 1° grado. Si tratta della scuola che è stata oggetto di polemiche in questa estate tormentata dai dubbi sulla ripresa post covid con la richiesta, da parte del comune di San Pietro al Tanagro di potersi vedere attribuita una sede distaccata, di cui era pronto a farsi carico, l'ente comunale a farsi carico. Richiesta rimasta inascoltata.

I genitori di alcuni alunni erano quindi pronti ad iscrivere i propri figli a Teggiano vista l'apertura ad una eventuale istituzione di sede distaccata. La mancata assegnazione da parte dell'Ufficio Scolastico Regionale di nuovo personale, ha portato anche a negare l'autorizzazione lasciando quindi San Pietro al Tanagro privo dell'ambita sede distaccata, nonostante la necessità di garantire spazi ampi e rispetto di rigidi protocolli per la sicurezza degli alunni in tema di anticontagio. Ora, però, la scuola media di Sant'Arsenio deve fare i conti con l'adeguamento della struttura alla normativa anticovid.

Una necessità che sta quindi portando a ritardi nell'organizzazione tanto da spingere il primo cittadino, su richiesta della dirigente scolastica Vairo, a disporre un rinvio dell'inizio dell'attività scolastica in presenza con nuova data fissata al 1° ottobre. Invariata, invece, la data di inizio delle lezioni per le scuole elementari con i bambini di San Pietro e Sant'Arsenio che torneranno regolarmente in classe domani 24 settembre.

Un inizio scuola frammentato in tutto il Vallo di Diano con diversi istituti scolastici che hanno richiesto ai sindaci di rinviare l'apertura della scuola per l'impossibilità di riuscire a reperire tutto il materiale necessario per garantire la sicurezza di alunni e personale in materia di anti contagio, così come è risultato difficile riuscire a predisporre tutti gli spazi per ridurre al massimo i rischi di contagio da Covid.

Resta confermata la partenza per domani in diversi comuni ma sono anche tanti che hanno scelto di rinviare tutto a lunedì prossimo 28 settembre per poter usufruire di altri giorni utili a predisporre tutto secondo i regolamenti e i protocolli imposti

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.