Attualità

Oggi primo giorno di scuola ma non per tutti. Rientro scaglionato e nuove regole per i ragazzi che, da questa mattina, sono ritornati a sedersi tra i banchi di scuola dopo 7 lunghi mesi di distacco. Un distacco che è stato pesante soprattutto per i bambini e che ora si troveranno nuovamente a doversi adattare a cambiamenti, anche se durante l'estate e nella riapertura post lockdown, diverse scuole avevano dato vita ad attività ludiche per favorire il riavvicinamento soprattutto tra i più piccoli.

Dopo l'ordinanza regionale che fissava la riapertura della scuola al 24 settembre, anziché al 14, numerosi comuni campani hanno emesso nuove ordinanze che hanno ulteriormente tardato il rientro a scuola a causa dei ritardi nella preparazione degli edifici secondo i protocolli. Anche il Vallo di Diano sta facendo i conti con rientri scaglionati. Sanza è stato uno dei primi comuni che ha emesso l'ordinanza per il rientro a scuola il 28 settembre, seguito subito dopo dal comune di Buonabitacolo. Atti simili sono arrivati dai comuni di Montesano, San Rufo, Teggiano, Auletta Sassano e Sant'Arsenio che, ha deciso per l'apertura della sola scuola secondaria di I grado "Gorga" il prossimo 1 ottobre.

A Sala Consilina, centro più popoloso e con un maggior numero di istituti, tutto invece sta procedendo regolarmente con il suono della campanella questa mattina seppur con regole molto stringenti sia per gli istituti stessi che per le famiglie, in particolare dei bambini. Una circolare della dirigente scolastica dell'istituto comprensivo Camera di Sala Consilina arrivata nelle case delle famiglie salesi ha preceduto questo inizio anno scolastico. Regole rigide per i bambini e gli alunni che, come è ormai noto, dovranno contrassegnare penne, matite, colori e tutto il materiale di cancelleria con una etichetta con su scritto il proprio nome. Per le scuole secondarie di I grado è previsto un turno di lezioni da effettuare nel pomeriggio per alcuni alunni appartenenti a classi numerose. Scuole primarie e d'infanzia ingressi divisi per evitare assembramenti. Saranno utilizzate tutte le entrate delle scuole per consentire l'ingresso ad un numero ridotto di bambini in momenti separati. Non tutti i bambini, però, sono tornati regolarmente a scuola oggi, seppur in gran parte erano regolarmente in classe con i loro simpatici grembiuli e gli zainetti colorati, molti genitori hanno deciso, per varie esigenze, di rinviare di qualche giorno la ripresa della scuola.

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.