Attualità

Una pubblicazione storica che racconta i quasi 100 anni di vita del Consorzio di Bonifica Vallo di Diano Tanagro. Dopo una iniziale esclusione il progetto dell'ente consortile, presieduto da Beniamino Curcio, a seguito rettifica della graduatoria di merito per l'ottenimento di fondi regionali, si è visto riconoscere i fondi pari a 5 mila e 600 euro che potrà contribuire alla raccolta e successiva pubblicazione di tutti gli atti emesse dal Consorzio dal 1926, anno della sua costituzione, fino ai giorni nostri. Seppur si tratta di una cifra irrisoria, resta comunque l'importanza del progetto a dare anche un importante valore alla somma a disposizione, consentendo così di raccontare e rendere pubblica la lunga storia dell'ente che può vantare quasi un secolo di vita.

L'idea, sostenuta dal presidente Curcio, è partita dall'Avvocato Emilio Sarli che, da storico e ricercatore, sulla base anche degli elementi raccolti nell'ambito di un lavoro di catalogazione, aveva avanzato la proposta di rendere pubblici gli atti conservati nell'archivo storico realizzato. L'emanazione da parte della Regione Campania del Bando per l'accesso ai contributi a sostegno dei Musei e delle Raccolte museali di Ente Locale e d'interesse Locale - Esercizio Finanziario 2020, si è rivelata occasione propizia per poter ottenere i fondi necessari alla pubblicazione degli atti conservati nell'archivio storico.

Il progetto, denominato, sulla base delle finalità che intende perseguire, scenario ambientale e paesaggistico nell’opera del Consorzio di Bonifica Vallo di Diano Tanagro - patrimonio culturale del territorio regionale Ricerca, convegno, mostra, atti, era stato inizialmente escluso dalla graduatoria. Ma il presidente Curcio non si è arreso e ha deciso di presentare istanza di riesame in merito alla posizione del Consorzio. Istanza andata a buon fine tanto da vedersi riconosciuto il contributo regionale di 5.600,00 che, insieme ai 2.400 euro dell'ente consortile, mette a disposizioni 8 mila euro complessivi per realizzare una pubblicazione ufficiale degli atti conservati nell'archivio storico al fine di rendere più agevole la consultazione degli atti e la presa visione.

L'obiettivo è quello di realizzare un volume che raccolga tutti gli atti inventariati che sarà poi presentato ufficialmente nell'ambito di un incontro pubblico e che potrà anche essere visibili attraverso il sito internet dell'ente consortile

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.