Attualità

Francesco Cavallone nuovo presidente della Comunità Montana Vallo di Diano. Mancherebbe pare solo l'ufficialità che può arrivare solo dal consiglio generale dell'ente montano, ormai prossimo alla convocazione, per rendere definitiva la decisione della maggior parte dei sindaci valdianesi. È infatti schiacciante il sostegno al sindaco di Sala Consilina, al momento alla guida anche del Consorzio Sociale Vallo di Diano Tanagro e del Comitato dei Sindaci del distretto 72.

Nei giorni scorsi il delegato Vittorio Esposito a cui il consiglio aveva dato mandato nell'ultima seduta del 19 dicembre scorso, per trovare la sintesi su un nome comune che potesse guidare la Comunità Montana Vallo di Diano in un progetto di rinnovamento e cambiamento. Ed è proprio la volontà di cambiamento che ha spinto Cavallone ad essere indicato e scelto come successore di Raffaele Accetta. Ma non solo un cambiamento alla guida dell'ente Montano ma un cambiamento più generale in tutti gli altri enti comprensoriali.

Tutto da ridiscutere e ridefinire ora anche alla guida del Consorzio Sociale Vallo di Diano Tanagro, in scadenza il prossimo maggio,  e alla guida del Comitato dei Sindaci del Distretto sanitario che Cavallone, una volta eletto presidente della Comunità Montana dovrebbe lasciare. Nella serata di ieri è arrivata la comunicazione da parte del gruppo di dissidenti Strategia Vallo composto dai sindaci dei comuni di Atena, Buonabitacolo, Montesano e Polla che hanno ufficializzato la loro posizione sottoscrivendo il documento a sostegno di Francesco Cavallone come presidente della Comunità Montana.

Una conferma che è stata anche ufficializzata con una nota stampa a firma del capogruppo Luigi Vertucci in cui è stato rimarcato: "La condivisione della candidatura del Sindaco di Sala Consilina, Cavallone, a Presidente della Comunità Montana Vallo Di Diano, - si legge nella nota - si prefigura come l’inizio di un nuovo percorso che saprà tracciare un concreto programma di servizi efficienti e di sviluppo economico al fine di garantire alla popolazione del Vallo Di Diano la permanenza nei propri territori. L’ampia e condivisa riflessione amministrativa che ha visto tutti coinvolti e l’unità istituzionale che ha dato dignità politica ad ogni comunità, saranno gli elementi alla base delle scelte future che dovranno essere coraggiose per dare risposte e speranza ad ogni singolo cittadino di ogni singolo Comune del Vallo Di Diano".

In attesa della convocazione del consiglio generale della Comunità Montana Vallo di Diano con, all'ordine del giorno, l'elezione del nuovo presidente, convocazione che dovrebbe arrivare a breve, questa sera la direzione provinciale del PD si riunirà nuovamente per la presa d'atto del documento che vede il sostegno comune e condiviso della maggior parte dei sindaci valdianesi sul nome di Francesco Cavallone.

Anna Maria CAVA

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.